Se siete utenti Windows 7, la scadenza dell’OS è vicina: Windows 7 esce ufficialmente dal supporto Microsoft il 14 gennaio 2020, quindi bisogna affrettarsi per aggiornare il sistema a Windows 10. “Fine del supporto” indica che il software Windows 7 e Office 2010 non riceveranno più aggiornamenti, inclusi quelli di sicurezza.

Se siete utenti consumer, non c’è davvero altra scelta che aggiornare a Windows 10. Se il PC fa parte di una licenza Windows Professional o Enterprise unita ad un dominio, l’azienda potrebbe essere disposta a pagare Microsoft un dispositivo per mantenere il supporto fino al 2020. Ma questa è un’opzione solo per i PC aziendali, non per i normali utenti.

Windows 7 muore passare Windows 10
Passare da Windows 7 a Windows 10

Cosa fare dopo il termine del supporto di Windows 7

A questo punto, abbiamo diverse scelte per passare da Windows 7 a Windows 10:

  • Ignorare la scadenza, compresi gli avvisi popup che probabilmente avete già ricevuto.
  • Acquistare una nuova copia di Windows 10 e installarla.
  • Utilizzare la scappatoia per l’aggiornamento gratuito, se esiste ancora.
  • Acquistare un nuovo PC Windows 10 e migra i file esistenti sul nuovo computer.

Opzione 1: Rimanere con Windows 7

Non consigliamo la prima opzione: ignorare del tutto la scadenza. In sostanza, almeno per quanto riguarda Microsoft, il PC cesserà semplicemente di esistere. Software antivirus, app, utility, giochi e altri software di terze parti funzioneranno comunque. Ma Microsoft non aggiornerà nessuno dei suoi software browser e, se viene rilevata una vulnerabilità per Windows 7, non verrà patchata. Non ci sarà supporto tecnico per Windows 7.

Un’eccezione? Stranamente è Office. Se si è abbonati a Office 365 e si esegue Windows 7, si riceverà comunque aggiornamenti di sicurezza per Office 365 per i prossimi 3 anni, fino al gennaio 2023. Ma non sarà possibile ricevere alcuna nuova caratteristica di Office 365. Anche Office 2010 e le nuove suite Office autonome saranno “supportate”, ma solo se il problema è specifico di Office e non dell’interazione tra Office e Windows 7.

Opzione due: Acquistare una nuova licenza di Windows 10

Acquistare una nuova licenza di Windows 10

In secondo luogo, possiamo aggiornare il PC esistente con una nuova licenza di Windows 10.

Questo processo comporta l’acquisto di una chiavetta USB con il software Windows 10 installato, che puoi quindi inserire nel PC ed eseguire l’aggiornamento necessario. Maggiori informazioni e sconti sulla licenza le potete trovare nel nostro articolo su “Come ottenere Windows 10 a basso costo”.

Opzione 3: Eseguire l’aggiornamento a Windows 10 gratuitamente

Ci potrebbe essere una terza opzione. Microsoft ha concesso agli utenti di Windows 7 e Windows 8.1 un intero anno (fino al 31 luglio 2016) per l’aggiornamento gratuito a Windows 10, e quindi fino alla fine del 2017 per utilizzare una scappatoia di supporto. Tuttavia, a quanto pare Microsoft non ha mai spento i server di aggiornamento di Windows 10, secondo il reporter di ZDNet Ed Bott. Quindi potreste essere fortunati ed essere in grado di aggiornare da Windows 7 a Windows 10 gratuitamente!

Eseguire l'aggiornamento a Windows 10 gratuitamente

Se avete un PC Windows 7, visitate semplicemente la pagina di download di Windows 10 e scaricate lo strumento di aggiornamento sul PC. Windows 7 Starter, Home Basic e Home Premium eseguiranno l’aggiornamento a Windows 10 Home, mentre le altre edizioni Windows 7 Professional e Ultimate verranno sostituite con Windows 10 Pro. Potete eseguire l’aggiornamento a Windows 10 direttamente sul PC, oppure scaricare lo strumento su una chiave USB separata (con almeno 8 GB di spazio libero) o su un CD-R o DVD riscrivibile. Quest’ultima opzione consentirà di aggiornare più PC.

strumento di aggiornamento windows

Nota: Avrete ancora bisogno di una licenza valida per Windows 7 per far funzionare lo strumento. Se, per qualche motivo, Windows non rileva la licenza sulla macchina, potrebbe essere necessario inserirla manualmente. Per questo scopo vi rimandiamo alla nostra guida su come Trovare il Product Key di Windows e convalidare la licenza.

Opzione quattro: Acquistare un nuovo PC

La quarta opzione è semplicemente quella di acquistare un nuovo PC con hardware completamente aggiornato. È probabile che acquisterete una CPU molto più veloce, un processore grafico migliore e probabilmente anche un’unità di archiviazione SSD estremamente veloce.

Se acquisterete un nuovo computer, potrete trarre vantaggio dal nostro tutorial su come configurare un nuovo computer Windows 10 e su come personalizzare il PC.

Quando Windows 7 uscirà ufficialmente dal supporto il 14 gennaio 2020, il PC sarà a rischio di attacchi da parte di malware che Microsoft semplicemente non correggerà. L’atteggiamento di Microsoft nei confronti della transizione ha spaziato da semplici promemoria ad avvertimenti più severi. Tuttavia, con il tempo libero che si spera di avere nelle vacanze natalizie e la scadenza incombente, il momento di migrare da Windows 7 a Windows 10 è arrivato.