Una soundbar è un sistema di altoparlanti il cui scopo principale è quello di riprodurre il suono di qualità trasmesso dai moderni televisori (i sistemi a due componenti includono un subwoofer). Le soundbar sono progettate per attirare le persone che non possono (a causa dei requisiti di cablaggio e / o delle spese associate ad un sistema home theater) o non vogliono installare altoparlanti indipendenti.

Le prestazioni audio di quasi tutte le soundbar supereranno quelle della qualità di qualsiasi TV moderna, richiedendo uno spazio minimo di ingombro, con poco più di un cavo di alimentazione e uno o due cavi. Le soundbar sono progettate per adattarsi alla vostra TV, sia appoggiata su un mobile o installata a muro.

scegliere una Soundbar Differenze tecnologie
Come scegliere una Soundbar

Quasi tutte le moderne colonne sonore per film sono registrate per dare il meglio su una surround, quindi la maggior parte delle soundbar sono attrezzate per decodificare almeno il Dolby Digital e riprodurre, con buona distinzione, i canali di sinistra, destra e centrale, oltre a effetti a bassa frequenza (LFE). Un gran numero di modelli include un subwoofer auto amplificato per gestire LFE. L’acquisto di una soundbar non significa necessariamente che non otterrete un’esperienza home theater completa; in effetti, alcuni modelli offrono altoparlanti surround opzionali, con il supporto ai codec Dolby Atmos e DTS: X.

Abbiamo realizzato una guida sulle migliori soundbar TV suddivise per fasce di prezzo, mentre di seguito andremo a descrivere tutte le caratteristiche da tenere in considerazione per l’acquisto di una
soundbar.

Quale soundbar dovrei comprare?

La maggior parte delle persone acquista una soundbar che sia della stessa larghezza o più stretta rispetto alla TV, ma ciò influenza solo l’estetica e non le prestazioni audio. Se la vostra TV è disposta su un mobile e state acquistando una soundbar che si collocherà davanti a voi, dovete prendere in considerazione l’altezza dell’altoparlante, in modo che non invadi lo schermo o blocchi l’infrarosso della TV. Le soundbar spesso includono un ripetitore IR per questo motivo.

A parità di specifiche, più piccola sarà la soundbar meno spazio hanno gli altoparlanti interni per sprigionare un buon audio. Questo ovviamente, non vuol dire che un altoparlante più grande emettere un suono migliore, ma avremo comunque una buona base di partenza.

Le soundbar supportano Dolby Atmos e DTS: X?

scegliere una Soundbar Dolby Atmos e DTS X
Scegliere una Soundbar: supporto Dolby Atmos e DTS X

L’acquisto di una soundbar non significa rinunciare ad un’esperienza immersiva home theater, ma dovete essere pronti a pagare per tale funzione. La maggior parte delle soundbar sono altoparlanti stereo a due canali o sinistro, centrale e destro.

Affinché le soundbar raggiungano la magia del suono surround, devono fare affidamento sulla forma della stanza, sulla sofisticata elaborazione del segnale digitale e sulla psicoacustica. Quindi, in alcune stanze della nostra casa avremo un’esperienza audio surround migliore rispetto ad altre. Alcune soundbar evitano questa elaborazione artificiale e offrono la possibilità di aggiungere altoparlanti surround, spesso wireless, per fornire un vero suono surround 5.1.

Le soundbar molto costose (in genere a partire da più di € 1.000) supportano il Dolby Atmos e / o DTS: X. Queste soundbar dispongono di più altoparlanti interni, alcuni dedicati ai canali sinistro, centrale e destro, mentre altri gestiscono i segnali surround. La maggior parte delle soundbar in questa classe supporta le configurazioni a 5.1.2 o 7.1.2 canali. Ancora una volta, avrete bisogno della giusta stanza, con il giusto tipo di soffitto, per approfittare di un effetto surround ottimale.

Ho bisogno di un ricevitore A / V?

scegliere una Soundbar ricevitore A V

Esistono due tipi di soundbar: attivo e passivo. Una soundbar attiva è più o meno autonoma, dispone di un proprio amplificatore, elaboratore del segnale digitale e controllo del volume, tutto nello stesso corpo. Alcune soundbar attive possono persino ospitare più sorgenti HDMI. Se si sceglie un modello con supporto HDMI, assicuratevi che supporti anche il canale di ritorno audio (ARC), per ridurre il numero di cavi necessari tra la soundbar e il televisore.

Una soundbar passiva si basa sull’amplificatore di un ricevitore A / V, proprio come un altoparlante tradizionale. Si collega l’uscita audio della TV (insieme al lettore Blu-ray e ad altri componenti) agli ingressi del ricevitore A / V e alla soundbar passiva. Il ricevitore A / V amplifica il segnale e lo invia all’altoparlante.

Funzioni da ricercare in una soundbar

Ecco una lista, in ordine alfabetico, di alcune delle funzionalità più importanti che troverete in una soundbar:

Funzioni da ricercare in una soundbar

Controllo app: se desiderate controllare tutto dallo smartphone o tablet, consigliamo di informarvi se il produttore offre un’app per il vostro telefono.

ARC: l’acronimo sta per Audio Return Channel. Introdotto per la prima volta con HDMI 1.4, ARC consente al televisore di inviare l’uscita audio attraverso il cavo HDMI alla soundbar o al ricevitore A / V. Ciò è particolarmente importante se si utilizza il sintonizzatore di bordo della smart TV o una qualsiasi delle sue app di streaming multimediale (Netflix, YouTube, Vudu, ecc.).

Funzione miglioramento voce: se volete attivare il miglioramento voce perché non riuscite a capire cosa dicono in TV, potreste voler investire in una soundbar che offra tale funzione. Questa utilizza un algoritmo che identifica le frequenze comunemente associate al parlato e le esegue tramite un processore digitale per renderle più facili da distinguere rispetto agli effetti sonori, dalla musica e da altro audio di sottofondo.

scegliere una Soundbar miglioramento voce

Dolby Atmos e DTS: X: alcune delle soundbar di ultima generazione permettono di sfruttare le ultime tecnologie audio come il Dolby Atmos e DTS: X. Queste soundbar sono in genere limitate alla configurazione 5.1.2 o 7.1.2, in cui riproducono solo i due canali frontali con effetti di alti.

EQ: alcune soundbar dispongono di EQ (equalizzazione) integrata per regolare la soundbar in una posizione particolare, ad esempio sul muro o in un armadio. L’EQ regola determinate caratteristiche sonore in base allo scenario.

HDMI 2.0a: Se non si dispone già di un TV 4K UHD che supporta HDR (gamma dinamica elevata) potete approfondire questo argomenti in questa guida. Se invece possedete una TV HDR avrete bisogno di una soundbar che supporti HDMI 2.0a per garantire che le informazioni HDR passino attraverso la soundbar dalla sorgente (ad esempio un lettore Blu-ray Ultra HD) al televisore.

scegliere una Soundbar HDMI 2.0a

Audio senza perdita di dati: Disponete di un’elevata raccolta di file musicali ad alta risoluzione nei formati FLAC o ALAC? Se volete ascoltarli attraverso la soundbar, consigliamo di assicurarvi che possa decodificare questi file.

Audio multi-room: alcune soundbar possono introdurre componenti per un sistema audio multi-room, ma questo di solito comporta la scelta di una piattaforma da inserire in tutta casa. I sistemi proprietari più popolari sono: Denon’s Heos, Yamaha MusicCast e Sonos. Sonos consente persino di abbinare la Playbar o Playbase con il suo subwoofer wireless e gli altoparlanti satellitari wireless ( Play: 1 , Play: 3 o Play -2 di seconda generazione) come canali surround per creare un vero suono surround a 5.1 canali.

Streaming musicale: molte delle soundbar odierne possono riprodurre musica in streaming tramite Wi-Fi o Bluetooth.

Correzione della stanza: la vostra stanza gioca un ruolo fondamentale nell’ottimizzazione del suono della soundbar? Alcuni produttori, come Paradigm, costruiscono tecnologie di correzione ambientale sofisticate e altamente efficaci implementate nelle soundbar. I benefici sonori di una buona soundbar con correzione della stanza possono essere sbalorditivi, ma questa caratteristica è solitamente costosa. Normalmente non la troverete ad un prezzo inferiore ai € 1.000.

Supporto per subwoofer: se amate i bassi profondi e di ottima qualità, consigliamo di mettere a punto una soundbar in grado di collegarsi a un subwoofer. Alcune soundbar vengono pre-confezionate con un sub (in molti casi, un modello wireless), mentre altre forniscono un’uscita subwoofer in modo da poter utilizzare un cavo per collegare il modello scelto. La prima possibilità potrebbe sembrare interessante, ma in genere significa che non è possibile aggiornare nessuno dei componenti senza eliminarli entrambi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here