Amazon Alexa diventa sempre meno gentile per le persone che preferiscono acquistare musica invece di registrarsi ad un servizio di abbonamento come Spotify.

Fino a poco tempo fa, Amazon Music Storage era il metodo migliore per trasmettere la nostra raccolta musicale sui dispositivi Alexa, a condizione che fosse codificata come file MP3. Ma lo scorso dicembre Amazon ha smesso di supportare il servizio gratuito, smettendo di accettare abbonamenti a pagamento un mese dopo. A gennaio 2019, Amazon ha chiuso completamente Music Storage, rendendo inaccessibile la nostra collezione MP3 sui dispositivi Echo a meno che non abbiamo acquistato i brani direttamente tramite il negozio digitale di Amazon.

Amazon Echo e Alexa Bluetooth
Musica MP3 su Amazon Echo

Ciò non significa che non abbiamo più opzioni per ascoltare la nostra musica su Echo. Per riprodurre i file MP3 su Echo o altri dispositivi Alexa, possiamo comunque utilizzare Plex o My Media Server, entrambi i servizi consentono di eseguire lo streaming dei brani archiviati su un altro dispositivo. In alternativa, un servizio chiamato My Pod consente di riporre alcuni brani in Google Drive e accedervi con comandi vocali personalizzati. Questi servizi non sono così completi o facili da usare come era Amazon Music, ma almeno consentono di accedere alla nostra raccolta musicale con comandi vocali.

Opzione 1: Plex Media Server

Per fare in modo che Plex riproduca i nostri file musicali su Amazon Echo, avremo bisogno di un dispositivo media server sempre attivo e in grado di eseguire Plex Media Server. Ciò può includere un computer desktop (che esegue Windows, MacOS o Linux), un NAS (archiviazione collegata in rete) o una Nvidia Shield. Plex attualmente non supporta lo streaming su dispositivi Alexa dai server Plex Cloud.

Lo streaming della nostra musica in questo modo ha alcune limitazioni rispetto ad Amazon Music e ad altri servizi come Spotify e Pandora:

  • La musica per tutta la casa non è supportata, quindi possiamo ascoltare solo su un dispositivo Echo alla volta.
  • Non possiamo impostare Plex come servizio di streaming predefinito, dovendo usare una sintassi specifica ( “Alexa, chiedi a Plex …” o “Alexa, dì a Plex …”) per riprodurre i brani ogni volta.
  • Le risposte di Plex richiedono un po’ più di tempo rispetto ai servizi musicali integrati in Alexa.
  • Le copertine degli album non sono supportate su Echo Show.

Ecco come impostare Plex per la riproduzione di musica Alexa:

1. Iscriviamoci per un account Plex gratuito, necessario per utilizzare il servizio con Alexa.

2. Scaricare Plex Media Server sul dispositivo in cui sono archiviati i file musicali e seguire le istruzioni di installazione. Durante questo processo, verrà richiesto di specificare la cartella in cui si trova la nostra musica.

3. Visitate app.plex.tv per avviare Plex da qualsiasi telefono, tablet o computer.

4. Nella barra laterale sinistra, selezionate Impostazioni .

5. Nel menu delle impostazioni, selezionate Accesso remoto dalla barra laterale sinistra, quindi selezionare Abilita accesso remoto.

Plex musica MP3 su Amazon Echo
Musica MP3 su Amazon Echo con Plex

6. Se non avete impostato la cartella della musica durante l’installazione, torna al menu principale. Nella sezione Librerie della barra laterale sinistra, evidenziate Musica, premete l’icona “…”, quindi selezionate Modifica. Usate il menu “Aggiungi cartelle” per mostrare a Plex dove si trovano i file musicali.

7. Ora che avete finito di configurare Plex, installate Plex per Alexa, direttamente dal web o cercando “Plex” nella sezione Competenze dell’app mobile Alexa.

Plex su Amazon Echo

8. Accediamo al nostro account Plex, quindi premiamo il pulsante “Autorizza”.

9. Con il dispositivo Alexa, pronunciate ” Alexa, chiedi a Plex di cambiare il mio server. “Se avete un solo server, Alexa lo imposterà automaticamente. Altrimenti, ascoltate l’elenco dei server e rispondete con quello che desiderate utilizzare.

Ora possiamo utilizzare Plex per riprodurre la nostra raccolta musicale su Amazon Echo. La pagina di supporto di Plex dispone di un elenco di comandi vocali che possiamo usare.

Opzione 2: My Media per Alexa

My Media è un servizio simile a Plex, in quanto richiede la configurazione di un dispositivo server multimediale per lo streaming dei file musicali su Echo. Presenta anche alcune delle stesse restrizioni: lo streaming per tutta la casa non è supportato e per iniziare l’ascolto è necessario utilizzare la sintassi specifica “Chiedi ai my media …”.

Ma My Media presenta alcuni vantaggi: può indicizzare le playlist di iTunes e riprodurre musica per genere, non presenta i problemi di riproduzione di Echo Show che abbiamo riscontrato con Plex.

L’aspetto negativo è che il servizio non è gratuito come Plex. Possiamo provarlo per sette giorni, ma dopo costerà $ 5 all’anno per un singolo server multimediale e accesso da un massimo di due account Amazon.

Ecco come configurarlo:

1. Scaricate My Media per Alexa, eseguite il file di installazione.

2. In My Media per Alexa Console clicchiamo sul pulsante verde Successivo, accediamo al nostro account Amazon e selezioniamo Consenti nella pagina successiva.

3. Selezionate “No” quando vi viene chiesto se desiderate scaricare automaticamente i media di esempio.

4. Sulla barra laterale sinistra, selezionate Guarda cartelle, quindi premete il pulsante Aggiungi cartella. Selezionate la cartella o le cartelle in cui sono memorizzati i brani.

My Media musica MP3 su Amazon Echo
Musica MP3 su Amazon Echo con My media

5. Installa l’app My media per Alexa, direttamente sul Web o cercando “My media” nella sezione Competenze dell’app mobile Alexa.

6. Opzionale: per condividere automaticamente le playlist di iTunes con My media per Alexa, aprite iTunes, quindi andiamo al menu Preferenze. Clic sulla scheda Avanzate, quindi selezionate “Condividi XML libreria iTunes con altre applicazioni”. Tornate alla console My media per Alexa, selezionate “Libreria iTunes” nella barra laterale sinistra e fate clic su “Indice libreria iTunes”. Scegliete la cartella in cui i file XML si trovano (in genere / Utenti / [nome utente] / Musica / iTunes su macOS e C: \ Users [nome utente] \ Musica \ iTunes su Windows).

Ora possiamo usare My Media per riprodurre brani su Echo o altri dispositivi Alexa.

Opzione 3: My pod

My Pod è un metodo semplice per riprodurre singoli album o playlist tramite Alexa utilizzando i collegamenti alle cartelle di Google Drive con file musicali MP3 e AAC al loro interno. (Il supporto per i collegamenti Dropbox e OneDrive è “sperimentale”, ma nessuno dei due ha funzionato durante la nostra prova.) Funziona anche con le playlist su YouTube.

Ecco come configurarlo:

1. Create una cartella in Google Drive per qualsiasi album o playlist che desiderate ascoltare, quindi caricate i vostri brani su di essa. (Nota: My Pod riproduce solo i brani in ordine alfabetico. Per riorganizzare l’ordine dei brani, dovete aggiungere i numeri dei brani all’inizio dei nomi dei file in ciascuna cartella.)

My pod musica MP3 su Amazon Echo
Musica MP3 su Amazon Echo con My pod

2. Visitate mypodapp.com e selezionate Inizia e accedi con Amazon. Inserite le credenziali dell’account e selezionate “Consenti” nella pagina successiva.

3. Sotto l’intestazione Crea playlist, digitate il nome della playlist che desiderate pronunciare quando usate i comandi vocali Alexa (come “Funk” o “Indie Rock”), quindi fate clic su Crea.

playlist musica MP3 su Amazon Echo

4. In Google Drive, fate clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella della playlist che avete creato, quindi scegliete “Ottieni link condivisibile”. Copiate il link negli Appunti.

My pod link condivisibile

5. Ritornate alla pagina della playlist My Pod, quindi incollate il collegamento nel campo “URL collegamento completo”.

6. Nel campo “Nome tag / nome link”, possiamo utilizzare lo stesso nome della playlist, quindi premiamo Crea collegamento.

7. Installate l’app My Pod per Alexa, direttamente sul Web o cercando “My Pod” nella sezione Competenze dell’app mobile Alexa. Quindi fate clic su “Consenti” nel prompt visualizzato.

Ora potete utilizzare My Pod per riprodurre qualsiasi cartella di brani che avete caricato su Google Drive.