Con oltre 45 milioni di unità vendute, il Raspberry Pi non è solo di gran lunga il PC a scheda singola di maggior successo, ma anche il computer più venduto di sempre.

Non c’è quindi da stupirsi che la piccola scheda di sviluppo della britannica Raspberry Pi Foundation attiri numerosi utenti all’acquisto. Ma qual è il modo migliore per ottimizzare e sfruttare il computer a scheda singola? Abbiamo riassunto per te sei consigli e trucchi e li abbiamo raggruppati in questa guida.

Overclocking per prestazioni migliorate

L’overclocking del processore principale, o CPU, del tuo Raspberry Pi 5 è un metodo avanzato per aumentare le prestazioni. Aumentando in modo mirato le frequenze di clock è possibile ottimizzare le velocità di risposta, le cosiddette latenze, del proprio sistema e talvolta accelerare notevolmente l’esecuzione delle applicazioni. Tuttavia, qui si consiglia cautela.

È importante sondare i limiti dell’overclocking e rispettarli di conseguenza per evitare problemi di surriscaldamento e le conseguenti instabilità e crash. Si consiglia un attento monitoraggio delle temperature e, se necessario, l’uso di un raffreddamento aggiuntivo per garantire la stabilità del sistema. L’esperienza ha dimostrato che non ci si può aspettare permanentemente più di 3GHz dal circuito.

Il SoC (System-on-a-Chip) Broadcom BCM2712 con quattro cores del processore ARM Cortex A76 funziona di default a 2,4GHz e, /boot/firmware/config.txt se necessario, può essere overcloccato tramite il file con le voci corrispondenti.

Raspberry Pi 5 Overclocking

In questo esempio, la CPU è stata overcloccata da 2,4 GHz a 3,0 GHz, mentre il processore grafico è stato accelerato da 800 MHz a 1,0 GHz. La tensione può anche essere regolata over_voltage_deltae adattata all’overclocking impostato.

Automazione con cron Job 

I cron Job offrono un modo efficiente per automatizzare le attività regolari sul tuo Raspberry Pi 5. Pianificando i lavori cron, puoi risparmiare tempo e svolgere automaticamente attività di routine come manutenzione, backup, aggiornamenti di sistema o pulizia dei dati senza doverli fare da solo. Questa automazione semplifica la manutenzione del sistema e garantisce che il tuo Raspberry Pi 5 funzioni senza intoppi.

Ad esempio, se desideri eseguire uno script ogni giorno, copialo semplicemente nella cartella /etc/cron.daily, una volta alla settimana in /etc/cron.weeklye per un processo cron una volta al mese nella cartella /etc/cron.monthly.

Assicurati che ai rispettivi script per il processo cron da eseguire siano assegnati i diritti appropriati tramite chmod 700 script.sh. Per avere sempre a disposizione memoria sufficiente per applicazioni e strumenti, consigliamo di utilizzare nel Raspberry Pi 5 una scheda di memoria sufficientemente grande.

Configurazione di un server VPN con Raspberry Pi 5

Configurare il tuo server VPN su Raspberry Pi 5 consente di proteggere la connessione Internet e la privacy. Utilizzando protocolli VPN come OpenVPN puoi navigare in Internet in modo sicuro, anche quando sei in viaggio.

Un server VPN self-hosted fornisce un ulteriore livello di sicurezza e ti consente di mantenere tutta la tua attività online crittografata e completamente anonima. La sua configurazione non è più una scienza missilistica e può essere realizzata anche dai principianti.

Una distribuzione Linux come Raspbian o Raspberry Pi OS, utilizzata sul Raspberry Pi 5, fornisce i pacchetti software necessari per configurare una rete privata virtuale con OpenVPN. L’installazione viene eseguita passo dopo passo tramite la console del sistema operativo. Il progetto OpenVPN fornisce semplici istruzioni passo passo per l’installazione del server VPN gratuito sul Raspberry Pi:

Istruzioni: installa OpenVPN sul Raspberry Pi

Raspberry Pi 5 trucchi

Centro multimediale con Kodi

Installando Kodi, puoi trasformare il tuo Raspberry Pi 5 in un potente media center. Kodi è un software multimediale versatile e potente che ti consente di riprodurre in streaming film, musica, foto e TV in diretta.

Con un’interfaccia intuitiva, Kodi offre un’esperienza multimediale completa e trasforma il tuo Raspberry Pi 5 in un versatile centro di intrattenimento per tutta la famiglia. Scarica Kodi Media Center Kodi può anche essere scaricato direttamente sul Raspberry Pi tramite le sorgenti software della distribuzione Linux Raspberry Pi OS e installato in modo completamente automatico.

Controllo domestico intelligente

Usa il Raspberry Pi 5 per controllare e automatizzare la tua casa intelligente. Con piattaforme come Home Assistant o openHAB puoi gestire centralmente i tuoi dispositivi smart home e creare automazioni personalizzate. Collegando in rete i vostri dispositivi e realizzando processi intelligenti potete aumentare il vostro comfort abitativo e risparmiare energia. Il Raspberry Pi 5 diventa così il fulcro della tua casa intelligente, offrendoti maggiore controllo ed efficienza.

I due progetti open source forniscono istruzioni di installazione di facile che anche i principianti possono seguire:

openHAB – Guida all’installazione
Home Assistant – 
Guida all’installazione

Server cloud economico con Raspberry Pi 5

Un Raspberry Pi 5 e un disco rigido esterno o un SSD: questo è tutto ciò che serve per creare il proprio server cloud basato sul popolare computer a scheda singola. È inoltre necessario il software cloud open source gratuito NextCloud, da installare sulla scheda di memoria microSD utilizzando l’immagine NextCloud Pi.

La seguente guida passo passo spiega come trasformare un Raspberry Pi 4 o un Raspberry Pi 5 con NextCloud in un vero server cloud. Il server cloud sul Raspberry Pi rappresenta quindi un pool di risorse server centralizzato e fornito tramite una rete, solitamente Internet, a cui possono accedere più utenti secondo necessità. Una volta configurato, gli utenti possono accedere al proprio Raspberry Pi e ai servizi server realizzati via Internet mentre sono in movimento.