Windows Defender è uno dei programmi antivirus più diffusi in tutto il mondo, grazie soprattutto all’integrazione nativa con Windows 10. Tuttavia, a volte, l’avvio di Windows Defender si rivela molto difficoltoso a causa di problemi di varia natura.

Spesso, quando gli utenti tentano di avviare l’antivirus di Microsoft, viene visualizzato un messaggio di errore sullo schermo che ci informa sull’impossibilità di avviare il servizio.

Problemi Windows Defender non viene avviato, come risolvere?

Molti utenti hanno riferito che il servizio Windows Defender non si avvia sul proprio PC, restituendo l’errore 577 e in alcuni casi anche il mancato avvio di Windows Defender Security Center. Questo può rappresentare un rischio per la sicurezza, impedendovi di effettuare le necessarie scansioni di routine. Analizziamo le possibili soluzioni che risolveranno questo problema:

problemi Windows Defender security center Windows 10

Disabilitare e rimuovere gli antivirus di terze parti

L’esecuzione contemporanea di due antivirus spesso causa problemi tecnici al sistema operativo. Se si desidera affidarsi all’antivirus di Microsoft, bisogna disinstallare qualsiasi altro antivirus di terze parti.

Dopo la disinstallazione del secondo software, basterà riavviare il computer e Windows 10 avvierà nuovamente Windows Defender.

Se non si riesce a risolvere il problema, è sempre possibile passare a una soluzione di terze parti. Esistono ottimi strumenti antivirus come puoi scoprire in questa guida.

Eseguire una scansione SFC

Il servizio Windows Defender a volte non viene avviato a causa della corruzione di alcuni file di registro. Tuttavia, è possibile risolvere il problema semplicemente eseguendo una scansione SFC. Per fare ciò, basta procedere come segue:

Catalyst Control Center non si apre in Windows 10 SFC scan

  • Premete il Tasto Windows + X e cliccate sul Prompt dei comandi (Admin) o PowerShell (Amministratore) .
  • Quando viene visualizzato il prompt dei comandi immettere sfc / scannow e premete Invio .
  • La scansione SFC inizierà e durerà circa 15 minuti, quindi non interrompetela.

Al termine della scansione, verificate se il problema persiste. Se è ancora presente o se non riuscite ad eseguire la scansione SFC, è possibile provare ad effettuare la scansione DISM. Per fare ciò, seguite questi passaggi:

problemi Windows Defender su Windows 10

  • Aprite il prompt dei comandi come amministratore.
  • Quando viene visualizzato il prompt dei comandi inserite DISM / Online / Cleanup-Image / RestoreHealth.
  • La scansione DISM inizierà e terminerà dopo circa 20 minuti, a volte di più, quindi è necessario essere pazienti.

Al termine della scansione DISM, verificate se il problema persiste.

Pulire il registro

Eseguire pulizia disco rimuovere i file temporanei con CCleanerA volte il servizio Windows Defender non si avvia se ci sono problemi con il registro. La pulizia e ripristino dei file di registro è un’attività complessa da eseguire manualmente, quindi è meglio utilizzare un software predisposto a queste operazioni.

 

In questo caso consigliamo sempre di utilizzare il software Ccleaner che, tra le varie funzioni, integra anche l’opzione di pulizia del registro.

Controllare le variabili d’ambiente

Le variabili d’ambiente sono una funzione utile che il sistema utilizza per accedere a determinate directory. Tuttavia, gli utenti o alcune applicazioni di terze parti possono modificare le variabili d’ambiente e causare la comparsa di questo problema.

E’ possibile correggere manualmente le variabili d’ambiente attenendosi alla seguente procedura:

Controllare le variabili d’ambiente

  • Cliccate sulla barra di ricerca di Windows e scrivete Visualizza impostazioni di sistema avanzate.
  • Si aprirà la finestra Proprietà del Sistema, qui cliccate su Avanzate e su Variabili d’ambiente.
  • Individuate la variabile % ProgramData% e controlla se è impostata su C: \ ProgramData. In caso contrario, modificare la variabile.

Dopo aver apportato queste modifiche, il problema dovrebbe essersi risolto e Windows Defender inizierà a funzionare.

Modificare le autorizzazioni di sistema

A volte le autorizzazioni del sistema possono provocare questo problema. Se il servizio Windows Defender non si avvia, potrebbe essere necessario modificare le autorizzazioni. Questa è una procedura avanzata e, se non avete familiarità con le autorizzazioni, dovreste saltare questa soluzione. Per risolvere il problema, seguite queste operazioni:

Modificare le autorizzazioni di sistema Windows 10

  • Andate nella directory C: \ ProgramData.
  • Ora individuare la directory Microsoft e fare clic con il tasto destro del mouse. Scegliete Proprietà dal menu.
  • Ora andiamo nella scheda Sicurezza e facciamo clic su Avanzate.
  • Qui dovete rimuovere tutte le eventuali autorizzazioni ereditate. Dopo averlo fatto, salvate le modifiche e verificate se il problema è stato risolto.

Tenete presente che questa è una cartella di sistema e qualsiasi modifica può causare problemi, quindi se non avete familiarità con le autorizzazioni di sistema, saltate questa soluzione.

Creare un nuovo account utente

Se il servizio Windows Defender non si avvia, potreste riuscire a risolvere il problema semplicemente creando un nuovo account utente. A volte gli account utente possono danneggiarsi scaturendo svariati problemi. Per risolvere i problemi con l’account utente seguite questa guida:

  • Aprite l’app Impostazioni e andate nella sezione Account.
  • Spostiamoci in Famiglia e altre persone nel menu di sinistra. Nel riquadro destro fate clic su Aggiungi un altro utente a questo PC.
  • Ora facciamo clic su Non ho le informazioni di accesso di questa persona.
  • Ora selezionate Aggiungi un utente senza un account Microsoft.
  • Inserite il nome utente desiderato e cliccate su Avanti.

Dopo aver creato un nuovo account utente, passate ad esso e controllate se il problema è ancora presente.