Con i processori x86 e la grafica AMD Radeon, le moderne console da gioco condividono molto con i PC, o almeno lo hanno fatto quando PlayStation 4 e Xbox One sono state annunciate nel 2013. Attualmente, le vecchie CPU AMD Jaguar non si trovano in nessuna piattaforma PC che si rispetti, ma PlayStation 5 di Sony adotterà sicuramente miglioramenti hardware tanto da poter tornare a fare un paragone con un PC da gaming.

Questo risvolto migliorerà anche il gaming su PC, infatti attualmente molti sviluppatori realizzano i propri titoli guardano alle prestazioni delle attuali console. Dunque anche i giocatori PC non possono attendersi eccellenti migliorie sul lato grafico e di gameplay (IA dei nemici) se lo sviluppo di un gioco è legato all’attuale vetusto hardware console.

PlayStation 5 è importante anche per i giocatori PC
PlayStation 5 giocatori PC

PlayStation 5 integrerà un’altra APU all-in-one AMD, unendo CPU e GPU in un singolo chip, ma questa volta verrà utilizzata una tecnologia e prestazioni che neanche i giocatori PC di fascia alta riescono ad ottenere dall’attuale hardware. La console di Sony ruoterà attorno alle CPU Ryzen di terza generazione di AMD, che dovrebbero essere lanciate sul mercato PC questa estate. I processori Ryzen di prima e seconda generazione hanno riscosso un’incredibile successo sbaragliano la concorrenza, questa nuova versione sarà la prima architettura mainstream x86 costruita utilizzando il processo di produzione 7nm.

In base alle rifiniture finali, i nuovi core Ryzen dovrebbero rivoluzionare il mercato console, soprattutto se paragonati ai vecchi Jaguar. Sfruttare la nuova architettura AMD consente a Sony di avvantaggiarsi su uno dei punti di forza del mercato PC: compatibilità con le versioni precedenti di hardware, in questo caso console. Dal momento che PlayStation 4 e PlayStation 5 utilizzano entrambe la stessa architettura x86, dovrebbe essere facile accedere ai vecchi titoli sull’hardware più recente; Sony ha infatti confermato che la compatibilità con i giochi PlayStation 4 è in arrivo. L’architettura GPU di prossima generazione Radeon “Navi” gestirà le funzioni grafiche per PlayStation 5. Le schede grafiche basate su Navi dovrebbero essere lanciate a partire da quest’anno, sebbene AMD non abbia ancora fornito una linea temporale ufficiale o alcun tipo di guida. Anche una GPU Navi di livello medio dovrebbe fornire un enorme passo in avanti rispetto alle funzionalità dell’attuale PlayStation 4.

chip 7nm di AMD per PlayStation 5
PlayStation 5 giocatori PC

Mark Cerny di Sony afferma: la GPU Navi di PlayStation 5 dovrebbe supportare il ray-tracing in tempo reale. AMD non ha divulgato piani per supportare il ray-tracing in tempo reale nelle sue schede grafiche Radeon, quindi l’annuncio è stato un vero shock.

Ma i dettagli dimostrano che il ray tracing in tempo reale può essere eseguito tecnicamente su qualsiasi GPU, anche se il risultato richiede sforzi computazionali elevati. Questa tecnologia ha iniziato a comparire nei giochi moderni solo negli ultimi sei mesi, spronata da una nuova generazione di schede grafiche Nvidia GeForce RTX, che includono hardware dedicato specificamente per velocizzare questa operazione. Nvidia ha recentemente abilitato il ray tracing sulle schede grafiche marchiate GTX a cui manca l’hardware dedicato e, beh, i risultati non sono dei migliori. Sarà molto interessante vedere se le GPU Radeon Navi includeranno un chip dedicato per il ray tracing o meno.

I miglioramenti apportati alle future CPU e GPU AMD permetteranno funzionalità come l’audio 3D e l’uscita video 8K su PlayStation 5. Il primo aspetto potrebbe rivelarsi utile per i possessori di PSVR – Cerny ha confermato che l’altoparlante VR di Sony funzionerà con PS5. Per quanto riguarda l’uscita video 8K, dovremmo prendere quest’ultima informazione con le pinze; i televisori 8K non sono affatto consumer e le prestazioni 4K della PlayStation 4 Pro non sono poi così stimolanti, faticando a mantenere un frame rate stabile. A meno che l’architettura Navi di AMD non aumenti in modo inimmaginabile le prestazioni rispetto alle attuali schede grafiche Radeon, è difficile immaginare una versione a risoluzione di 8K dei nuovi titoli (per completezza l’8K equivale a quattro volte il 4K).

Miglior visore VR PlayStation VR

Il miglioramento che sicuramente troveremo nelle nuove console riguarda i tempi di caricamento, “un vero punto di svolta” rispetto alle attuali console. PlayStation 5 avrebbe messo a dura prova un disco rigido, quindi si è optato per un’unità a stato solido. I vantaggi di passare da un disco rigido ad un SSD non possono essere sottovalutati, si tratta del miglior upgrade che possiamo fare in qualsiasi PC.

Mark Cerny ha mostrato una sequenza di caricamento in Spider-Man. Su PlayStation 4 Pro ci sono voluti 15 secondi, mentre sul primo kit di sviluppo per PlayStation 5 sono bastato 0,8 secondi. Cerny non è entrato nel merito delle specifiche o ha detto molto altro sulla console di prossima generazione Sony, oltre ad affermare che non arriverà nei negozi nel 2019. Ma ciò che è stato rivelato fino ad ora dovrebbe entusiasmare anche i giocatori PC più irriducibili. PlayStation 5 è più che mai simile ad un PC, pronta a regalare le attuali tecnologie, limitate a piattaforme di gioco costose, alle masse.

Anche se siete fedeli giocatori PC anti-console, queste nuove tecnologie avvantaggeranno anche i sistemi PC, grazie alle innovazioni grafiche e di gameplay che gli sviluppatori potranno integrare nei loro titoli.