Abbiamo bisogno di aggiornare l’alimentatore per l’arrivo della nuova GeForce RTX 3080 di Nvidia? Questa è una delle preoccupazioni dei gamer al lancio delle nuove periferiche.

Innanzitutto, l’utenza teme di aver bisogno di un nuovo alimentatore per gestire l’ultimo connettore a 12 pin presente sull’RTX 3080 Founders Edition di Nvidia. In secondo luogo, l’RTX 3080 consuma più watt anche dell’ammiraglia RTX 2080 Ti di precedente generazione. Ecco perché Nvidia ha aumentato la potenza degli alimentatori consigliati fino a 750 watt, rispetto al precedente standard di 650 W.

Abbiamo bisogno di un nuovo alimentatore per l’alimentazione a 12 pin dell’RTX 3080?

connettore alimentazione Micro-Fit 3.0 12 pin Nvidia RTX 30

Sì, Nvidia ha creato nuovi connettori di alimentazione a 12 pin proprietari per adattarsi al PCB personalizzato all’interno della sua GeForce RTX 3080 Founders Edition. Ma la Founders Edition viene fornita con un adattatore che converte una coppia di cavi di alimentazione a 8 pin nel nuovo connettore a 12 pin. Inoltre l’azienda suggerisce di utilizzare connettori a 8 pin separati collegati all’alimentatore, piuttosto che utilizzare un singolo cavo PSU con un paio di connessioni sul lato.

Detto questo, se vi preoccupate dell’estetica del PC con l’adattatore a 12 pin che occupa molto spazio, potete aspettare i produttori di alimentatori come Seasonic ed EVGA che offriranno cavi da 12 pin a 2x 8 pin a lunghezza intera, da acquistare e inserire direttamente nel PSU modulare.

Nessun’altra scheda grafica RTX 3080 annunciata finora dispone del connettore a 12 pin di Nvidia. Quindi possiamo semplicemente acquistare una versione custom delle scheda.

Abbiamo bisogno di un alimentatore più grande per RTX 3080?

Può essere.

La GeForce RTX 3080 ha una potenza nominale di 350 W e Nvidia consiglia di utilizzare un alimentatore da 750 W. È molto più di quanto richiesto dalle schede grafiche Founders Edition della generazione precedente. La GTX 1080 necessitava solo di un alimentatore da 500 W, mentre le RTX 2080 e 2080 Ti richiedevano un alimentatore da 650 W. Se disponete di un alimentatore inferiore a 750 W, probabilmente starete prendendo in considerazione l’aggiornamento.

nuovo alimentatore per l'RTX 3080 di Nvidia

Detto questo, la GeForce RTX 3080 potrebbe funzionare benissimo se avete un alimentatore da 650W molto efficiente. Testiamo l’assorbimento di potenza dell’intero sistema per i test sulle schede. In un sistema con un Core i7-8700K a sei core, due SSD, 32 GB di memoria, un dispositivo di raffreddamento della CPU a liquido e luci RGB in abbondanza, l’RTX 3080 Founders Edition ha raggiunto il massimo di 482 W di assorbimento totale del sistema.

Questo però non è lo scenario peggiore. Testiamo la potenza in un gioco legato alla GPU con una risoluzione 4K per vedere cosa succede quando la scheda grafica viene specificamente spinta al massimo. Per i nostri test, abbiamo overcloccato l’8700K a 5GHz su tutti i core, il che mette le sue prestazioni alla pari con il Core i9-10900K. Con quell’overclock applicato, abbiamo visto il sistema assorbire tra 500 W e 550 W di potenza totale in alcuni giochi come GTA V e Total War: Troy. I sistemi più recenti con più core spinti da un overclock aggressivo potrebbero ovviamente attingere piú W.

Certamente 550W è ancora inferiore a 650W. A seconda del resto della configurazione potreste far funzionare l’RTX 3080 con un alimentatore da 650 W. Ma gli alimentatori differiscono nel modo in cui forniscono il wattaggio pubblicizzato sulla confezione. Gli alimentatori meno efficienti devono assorbire più energia dalla presa a muro per raggiungere i loro massimi nominali. Un alimentatore con certificazione 80 Plus Bronze convertirà almeno l’82 percento dell’energia del muro in output, con il resto sprecato come calore. Un costoso alimentatore 80 Plus Platinum converte dall’89 al 92 percento della potenza che assorbe dalla parete effettiva nel computer, a seconda del carico.

tre connettori 8 pin rtx 3080

E allora? Meno efficiente è l’alimentatore, meno è affidabile e più dovrà lavorare per convertire l’energia della parete in potenza effettiva. Un alimentatore che deve lavorare di più tende a offrire meno affidabilità e longevità rispetto ai modelli più efficienti. Questo potrebbe essere un problema con le maggiori richieste di potenza della serie RTX 30. Asus ha espresso esattamente questo concetto mentre mostrava la sua ROG Strix RTX 3080, che include sensori sui connettori di alimentazione a 8 pin per mostrare se stanno ottenendo l’energia di cui hanno bisogno.

L’alimentatore non è l’unica preoccupazione se state acquistando una GeForce RTX 3080 con solo due connettori di alimentazione a 8 pin, come la Founders Edition di Nvidia. L’RTX 3080 ha una potenza nominale di 320 W, ogni connettore di alimentazione a 8 pin può fornire 150 W, lasciando lo slot PCIe della scheda madre a pompare il resto. Ora, gli slot PCIe hanno una potenza nominale di 75 W, ma le schede madri meno complesse potrebbero avere difficoltà a gestire questo cario.

Asus e molti altri fornitori di schede grafiche di terze parti hanno creato le periferiche con un trio di connettori di alimentazione a 8 pin per alleviare il potenziale problema.

Questo ci riporta da dove siamo partiti. Abbiamo bisogno di un alimentatore più grande per l’RTX 3080? Consigliamo vivamente di utilizzare almeno un alimentatore da 750 W come richiesto da Nvidia, soprattutto se attualmente utilizzate un PSU economico o molto vecchio.