Dopo due lunghi anni dal lancio della serie GeForce RTX 20 che ha dato il via al ray tracing e alle vere in prestazioni 4K, Nvidia ha finalmente mostrato la nuova gamma di periferiche. Le prime GPU GeForce RTX serie 30 sono incredibilmente impressionanti, culminando con la feroce GeForce RTX 3090 da 24 GB di memoria GDDR6X e potenza sufficiente per giocare su un display 8K. Ma guardando la scaletta di lancio, una cosa spicca: perché non c’è la GeForce RTX 3080 Ti? Dopotutto, l’RTX 2080 Ti è stata la vera regina dalla formazione serie 20.

Nvidia non parla mai di prodotti non annunciati, ma ci sono diversi motivi per saltare un Ti di fascia alta fuori dal cancello di questa generazione, e molto ha a che fare con la concorrenza. Dopotutto, arriva Big Navi e le nuove console.

Nvidia geforce rtx 3090

Perché RTX 3090 invece di 3080 Ti?

Debuttare con una GeForce RTX 3090 da € 1,549 invece di una GeForce RTX 3080 Ti ha senso per due ragioni chiave: consente a Nvidia di continuare a spingere verso l’alto i prezzi delle schede grafiche stabilendo un benchmark difficile da ribaltare, lasciando al contempo spazio di manovra se AMD e le imminenti schede grafiche Radeon basate su RDNA 2 “Big Navi” usciranno con GPU incredibili.

Cominciamo con la prima parte. Le macchinazioni di Nvidia nelle ultime generazioni di GPU chiariscono due cose: odia perdere nei benchmark e gli piace fare più soldi possibile dalle sue schede grafiche ad alte prestazioni. Nvidia tenne a bada all’infinito il lancio della GeForce GTX 1080 Ti a causa della minaccia di Radeon Vega. Ricordate anche come lanciò la superflua GeForce GTX 1070 Ti solo per portare la Radeon Vega 56 in basso nelle classifiche delle prestazioni. Nvidia vuole vincere, punto.

Overclock Nvidia RTX 2080 e RTX 2080 Ti

In un anno dove troviamo il lancio sia di Big Navi che delle console Xbox Series X e PlayStation 5 alimentate da AMD, colpire per primo con una mostruosa GeForce RTX 3090 stabilisce saldamente Nvidia come il punto più alto per le prestazioni nel gaming. Big Navi potrebbe tirar fuori qualcosa di incredibile, ma è difficile che possa scalzare la potenza di una RTX 3090.

Tirando fuori questa scheda con la classificazione xx90 da tempo morta, Nvidia può anche mantenere i prezzi alti. La società ha affrontato feroci critiche a causa dei prezzi alti stabiliti nella serie GeForce RTX 20, che hanno spinto verso l’alto i costi per ogni livello di GPU (RTX 2070 e 2080 costano ciascuno € 100 in più rispetto ai loro predecessori). La GeForce RTX 2080 da €800 è andata a stretto giro con la GTX 1080 Ti da €800, al di fuori delle attività di ray tracing.

Se Nvidia la chiamasse GeForce RTX 3080 Ti ma costasse € 300 in più rispetto alla 2080 Ti, l’utenza prenderebbe torce e forconi. Chiamandola GeForce RTX 3090, Nvidia può spremere più soldi dagli appassionati senza creare sommosse.

Quando potremo vedere una GeForce RTX 3080 Ti?

Solo perché non c’è una GeForce RTX 3080 Ti al lancio della serie 30 non significa che non ne vedremo mai una (a meno che non si chiami RTX 3080 Super).

Alcune persone dimenticano che i modelli xx80 Ti in genere vengono lanciati molto tempo dopo i loro omonimi. La GeForce GTX 1080 Ti è stata lanciata quasi un anno dopo il debutto della non Ti GTX 1080. Anche la GTX 980 Ti è arrivata nove lunghi mesi dopo il debutto della Vanilla GTX 980. La GeForce GTX 780 Ti è arrivata un po’ prima, ma ancora sei mesi dopo la GTX 780. Questa è la tradizione. La GeForce RTX 2080 Ti era il valore anomalo quando è esplosa sulla scena al momento del lancio: probabilmente Nvidia lo ha fatto solo per commercializzare le migliori prestazioni ray tracing il più rapidamente possibile.

RTX 2080 vs GTX 1080 Ti

Quindi i modelli xx80 Ti di solito arrivano dopo, in questo caso particolare c’è un’ottima ragione per Nvidia di tenere le sue carte vicino al petto: le schede grafiche AMD Radeon “Big Navi” sono in arrivo, complete di ray tracing e un aumento delle prestazioni per watt dichiarato del 50% rispetto alle GPU Navi di prima generazione come la superba Radeon RX 5700. AMD non ha ancora detto molto, ma considerando quanto fossero potenti le GPU Navi di prima generazione, Big Navi potrebbe essere una bestia.

Tenere a freno una potenziale GeForce RTX 3080 Ti dà a Nvidia spazio di manovra contro le nuove schede grafiche di fascia alta Radeon. Se Big Navi diventerà più potente della GeForce RTX 3080, Nvidia non sarà felice, anche se la GeForce RTX 3090 finirà per rimanere seduta sul suo lussuoso trespolo in cima alle classifiche di riferimento. Una 3080 Ti più veloce potrebbe risolvere il problema.

Nvidia ha utilizzato le schede xx80 Ti per rovinare la festa di AMD in più di un’occasione. Il lancio della GeForce GTX 1080 Ti ha tagliato le ginocchia di Radeon Vega molto prima che Vega arrivasse su strada, mentre Nvidia ha rilasciato la GTX 980 Ti appena prima dell’attesissima Radeon Fury X, con prestazioni sufficienti per rovesciarla e ad un prezzo che ha reso difficile la vendita del Fury X raffreddata a liquido con HBM2. Perché non è presente la GeForce RTX 3080 Ti? Perché Nvidia non ne ha bisogno … ancora. Ma la scheda potrebbe arrivare entro la fine dell’anno o nel 2021. Solo il tempo lo dirà.