MSI ha confermato che il supporto ai processori con architettura “Zen 3” di AMD verrà aggiunto alle schede madri chipset AMD serie 400 dell’azienda, comprese le SKU non MAX che hanno solo chip EEPROM da 16 MB. 

Il direttore marketing Eric van Beurden, in una presentazione video di MSI Insider, ha confermato che con le schede madri non MAX, verrà aggiunto il supporto “Zen 3” mentre AMD intendeva procedere togliendo il supporto. (ad esempio aggiungere il supporto alla nuova architettura “Zen 3” tagliandolo ai processori più vecchi e riducendo il programma di installazione UEFI fino al programma BIOS Click GSE, che potrebbe non corrispondere al set di funzionalità originale della scheda madre)

msi supporto Zen 3 schede madri chipset serie AMD 400

D’altra parte, le SKU MAX, con le loro EEPROM da 32 MB riceveranno l’aggiornamento per la nuova architettura AMD senza problemi, il che significa che la scheda potrebbe mantenere il supporto per alcune, se non tutte, le generazioni di processori più vecchie e conservare la configurazione UEFI ricca di funzionalità.

Ricordiamo che AMD ha già effettuato una marcia in dietro dando disponibilità per l’aggiornamento a Zen 3 per le schede madri B450 e X470. La controversia è scoppiata quando AMD ha rivelato alla sua riunione i chipset della serie 400 (e precedenti) non supporteranno “Zen 3”, gli utenti si sono sentiti traditi dalla promessa di AMD di supportare la piattaforma fino al 2020. In assenza del modello intermedio B550, molti acquirenti hanno abbinato i loro nuovissimi processori Ryzen di terza generazione con alcune schede madri chipset B450 premium; fortunatamente sembra che la situazione stia tornando alla normalità.