Aspettare un nuovo hardware nel mondo dell’elettronica può essere molto frustrante, perché pur cercando la periferica più performante, sappiamo bene che nel giro di pochi mesi arriverà sul mercato una nuova tecnologia innovativa. Se volete acquistare una nuova scheda grafica di fascia alta, tuttavia, considerate di tenere in sospeso l’acquisto per alcuni mesi. È un momento terribile per comprarne una proprio ora.

Non fraintendetemi: le attuali GPU di classe alta come GeForce RTX 2080 Super e 2080 Ti offrono prestazioni strabilianti, ma anche se AMD e Nvidia non hanno ancora annunciato nuove schede grafiche consumer, ci sono tutti i motivi per credere che vedremo nuove periferiche di fascia alta nei prossimi mesi. Acquistando una scheda video da 500€ ora, correrete un alto rischio di aver comprato una periferica che tra qualche mese sarà già superata.

RDNA 2 e “Big Navi”

Le schede grafiche Radeon basate sull’architettura RDNA 2 aggiornata usciranno prima della fine dell’anno. L’architettura RDNA 2 porta per la prima volta il ray tracing in tempo reale nella famiglia di schede AMD. Offre inoltre un enorme miglioramento del 50 percento delle prestazioni per watt rispetto alle GPU RDNA di prima generazione “Navi”, presenti all’interno della serie Radeon RX 5700 e RX 5500 XT.

Devinder Kumar, AMD CFO, ha esaltato il potenziale di Big Navi alla Bank of America Securities Global Technology Conference all’inizio di giugno, dicendo: “big Navi è un prodotto completamente nuovo” e “gli appassionati adorano acquistare il meglio, e stiamo sicuramente lavorando per dare loro il massimo.” Kumar ha anche confermato che Big Navi sarà il primo prodotto basato su RDNA 2 per AMD. Poiché le console di prossima generazione con GPU AMD all’interno arriveranno entro quest’anno, prima di allora verrà sicuramente lanciata la nuova tecnologia AMD anche su PC.

GPU Ampere di nuova generazione di Nvidia

Nvidia, nel frattempo, ha appena rivelato la sua architettura grafica “Ampere” di nuova generazione, che è già stata rilasciata per i sistemi data center. Anche se alcuni dettagli rimangono oscuri, sembra che le schede per PC apporteranno numerosi aggiornamenti.

Le attuali GPU Navi di AMD sono molto più potenti ed efficienti rispetto ai loro predecessori, e parte delle motivazioni risiedono nel nuovo processo da 7 nm. Ampere di Nvidia farà lo stesso. Le schede grafiche Nvidia di ultima generazione con l’architettura “Turing” sono state realizzate su un processo a 12 nm, quindi aspettiamoci un salto generazionale in termini di prestazioni. Il passaggio di Nvidia dal processo a 28 nm della serie GeForce GTX 900 al processo a 16 nm della serie GTX 10 ha portato enormi miglioramenti delle prestazioni.

Nvidia nuovo processo produttivo

Passare a un processo più piccolo consente a Nvidia di integrare molti più core grafici rispetto a prima, più core significa più prestazioni. Il canale The Moore’s Law is Dead su YouTube afferma che le GPU GeForce Ampere riceveranno un enorme incremento di 4X nelle prestazioni del ray-tracing, citando fonti riservate. Probabilmente Nvidia utilizzerà quello spazio extra per cercare di mantenere il suo vantaggio sul ray tracing, ora che le GPU Radeon di fascia alta e le console di nuova generazione sono all’orizzonte. Le schede grafiche della serie 20 GeForce RTX di Nvidia hanno iniziato la loro ascesa al Ray-Tracing in maniera lenta, i miglioramenti sono arrivati soprattutto lato software con l’ottimizzazione dei driver. Quindi le nuove schede Nvidia, oltre alla maggior potenza, introdurranno algoritmi migliorati per l’ottimizzazione del Ray-Tracing.

Risparmiare per investire sulla nuova tecnologia

Attualmente né AMD né Nvidia hanno annunciato ufficialmente nuove schede grafiche di fascia alta. Ma Phoronix ha individuato patch per una sconosciuta GPU AMD “Sienna Cichlid” all’interno del codice sorgente Linux, e DigiTimes afferma che “AMD e Nvidia [sono] pronti a lanciare le loro GPU di prossima generazione a settembre”. Il tempismo di queste indiscrezioni si verifica anche rispetto alle precedenti manovre di Nvidia. In genere, vediamo nuove varianti GeForce pochi mesi dopo l’annuncio di una nuova architettura, come quella rilasciata di recente per i data center. La serie 20 GeForce RTX compirà due anni entro settembre, l’aggiornamento è quindi maturo.

Le schede grafiche di classe entusiast rappresentano un investimento significativo. Certamente non volete il rimorso dell’acquirente dopo aver speso da € 500 a € 1200 per una scheda video PC. Una nuova generazione di GPU molto più potenti potrebbe essere disponibile proprio dietro l’angolo, se investite i vostri risparmi ora invece di aspettare un paio di mesi, potreste presto pentirvene vedendo l’avanzamento tecnologico delle nuove periferiche. Ovviamente, questa valutazione ha senso solamente se intendete aggiornare il vostro PC, naturalmente se state assemblando una configurazione da zero potete benissimo scegliere una delle schede video attualmente disponibili sul mercato.