Anche se esaminiamo le nuove CPU durante tutto l’anno e rivisitiamo alcuni degli abbinamenti più interessanti mesi e anni dopo, in questa guida all’acquisto, mettiamo tutto insieme per rendere l’acquisto della tua CPU il più semplice possibile. Pertanto, esploreremo i pro e i contro di ogni segmento, dalle CPU più convenienti ai mostri con core esagerati, così saprai cosa funziona meglio per te. In genere, quando formuliamo i nostri consigli, consideriamo anche i costi della piattaforma e le potenziali opzioni di aggiornamento futuro e questo articolo non sarà diverso.

È interessante vedere come sono cambiate le cose negli ultimi anni. Intel rimane altamente competitiva nella fascia bassa, ma non tanto nella fascia alta. Nel frattempo, AMD ha fatto dei passi avanti con il Ryzen 5 7600 a soli 200 €.

Quando si tratta di gaming, Ryzen 7800X3D è un enorme grattacapo per Intel. Quindi, nella fascia alta, Intel cade vittima di un consumo energetico eccessivo e, sebbene alcuni affermino che sottotensione e riduzione degli obiettivi di consumo siano la strada da percorrere, è comunque possibile ottenere prestazioni ed efficienza migliori con una CPU Ryzen 9.

Leggi anche: Guida ai Migliori Case – ATX, Micro-ATX, Mini-ITX

Opzioni entry-level: ogni euro conta

Intel Core i3-12100F

A partire dalla categoria entry-level, comprendiamo l’importanza delle considerazioni sul budget. Tuttavia, riteniamo che optare per l’opzione più economica potrebbe non essere sempre la scelta più saggia se esiste qualcosa di leggermente più costoso è molto più veloce.

Ad esempio, prendiamo l’ Intel Core i3-10100F, attualmente al prezzo di € 85. Si tratta di un prezzo competitivo per il componente, ma vale la pena notare che il Core i3-12100F costa solo 10 euro in più, ovvero un sovrapprezzo solo del 12%. Tuttavia, in media, offre prestazioni in gaming migliori di oltre il 20%.

Se lavori con un budget limitato e miri a massimizzare il valore del tuo investimento, ti consigliamo di saltare la decima generazione e di passare direttamente al Core i3 di dodicesima generazione. Il 12100F è sicuramente un affare, puoi trovare schede LGA 1700 per soli € 80 in grado di gestire processori Core i9 a partire da circa € 120. Entrambe le opzioni di memoria DDR4 e DDR5 hanno un prezzo ragionevole. Consigliamo DDR5, ma se vuoi risparmiare ogni centesimo, DDR4 farà al caso tuo.

Per quanto riguarda le alternative AMD, non ci sono molte opzioni interessanti attualmente disponibili. Il Ryzen 5 5500 è un po’ deludente, in quanto offre prestazioni multi-core simili a quelle del 12100F ma con prestazioni in gaming più deboli. Tuttavia, il vantaggio del processore Ryzen risiede nella piattaforma AM4, che consente futuri aggiornamenti a processori come Ryzen 5 5700X o 5800X3D. Schede di buona qualità per questa piattaforma possono essere trovate per € 90. Anche se il 5500 ha alcune qualità positive, la nostra preferenza si orienta verso il Core i3-12100F di Intel.

Fino a € 250: CPU economiche con un po’ di grinta

Ryzen 5 7600X

Abbiamo compilato un elenco di 9 opzioni all’interno di questa fascia di prezzo, ma possiamo eliminarne subito cinque. Il Core i5-10400F a € 120 e il 11400F a € 140 offrono un valore decente e potrebbe valere la pena prenderli in considerazione se vuoi diminuire leggermente il budget. Tuttavia, in questa fascia, siamo propensi a consigliare la piattaforma AM4 per il suo eccezionale potenziale di aggiornamento. Per €140 il Ryzen 5 5600 offre prestazioni migliori.

Il Core i5-10600K a €150 affronta un destino simile. A questo livello, la piattaforma Intel LGA 1200 non offre lo stesso valore di prima. D’altra parte, la piattaforma LGA 1700 in uscita rappresenta ancora un’opzione interessante. Con il Core i5-12600KF ora disponibile per € 235, è un affare che offre prestazioni di gioco e produttività superiori rispetto al Ryzen 5 5600.

Per coloro che desiderano massimizzare le prestazioni di gioco rimanendo entro un budget limitato, il Ryzen 5 7600 sembra essere un affare. Può superare il 12600KF nei giochi, tuttavia, la vera carta vincente è il supporto della piattaforma AM5 per le future CPU. Il 12600KF costa € 40 in meno, il che rappresenta un risparmio del 20%, ma tieni presente che il risparmio complessivo sarà inferiore al 20% una volta presi in considerazione i costi della scheda madre e della memoria.

Per riassumere, al momento, l’opzione Ryzen 7 5700X richiederà ulteriori € 90 per una scheda B550 decente e € 60 per un kit da 32 GB di memoria DDR4-3600. A nostro avviso, spendere un ulteriore 14% per un aumento del 33% della potenza di elaborazione è una scelta degna di nota. In alternativa, il Core i5-12600KF, una scheda DDR4 Z690 decente e un kit da 32 GB di memoria DDR4-3600 vi permetterà di arrivare ad un costo simile a quello che avrete con la piattaforma AMD vista precedentemente. Infine, abbiamo il Ryzen 5 7600 e qualsiasi scheda B650 compatibile. Per le build economiche, consigliamo vivamente l’Asrock B650M-HDV/M.2 al prezzo di € 140.

Fino a € 300, ora si fa sul serio!

Ryzen 7 7700X

Ci sono oltre una dozzina di CPU tra cui scegliere nella fascia di prezzo da € 300 a € 400 e molte di esse possono avere senso, complicando i nostri consigli. Cominciamo con le opzioni più convenienti a € 200. Il Ryzen 7 5800X, al prezzo di € 220, è facilmente ignorabile; il 5700X offre prestazioni simili a un prezzo significativamente inferiore. Lo stesso vale per Ryzen 7 7600X : costa solo 20 euro in più rispetto alla sua controparte non X, ma questo aumento non è giustificato. Abilitare il PBO sul 7600 è un’opzione, ma è preferibile la configurazione stock più efficiente dal punto di vista energetico del 7600.

L’ AMD Ryzen 9 5900X a € 338 è una scelta praticabile se stai già utilizzando la piattaforma AM4. Altrimenti, pagando qualcosa in più, il Ryzen 7 7700X offre prestazioni di produttività comparabili con prestazioni di gioco molto migliorate. Investire un po’ di più nella piattaforma AM5 è una scelta intelligente. Se si considerano poco più di e 300, il 7700X a € 320 è un’ottima opzione, sorprendentemente più conveniente rispetto alla sua controparte non X. L’unico vero concorrente è il Core i5-14600K, pagare oltre il 20% in più essenzialmente per lo stesso prodotto è ingiustificato. A seconda dei prezzi della scheda madre, il 7700X potrebbe avere un costo più vicino al 13600K, rendendolo un acquisto potenzialmente migliore.

Infine, il 5800X3D a € 320 è un’eccellente CPU per chi è impegnato nella piattaforma AM4. Per altri, il 7700X è la scelta migliore. Detto questo, la scelta si riduce al Core i5-13600KF o Ryzen 7 7700X. A seconda dei prezzi della scheda madre, potremmo andare in entrambe le direzioni. Una scheda LGA 1700 DDR5 a buon prezzo rende il 13600KF un’opzione preziosa, ma il potenziale percorso di aggiornamento di AM5 rende attraente anche il 7700X, sebbene le sue offerte future rimangano incerte.

Spendendo circa € 400

Ryzen 9 7900X

Per coloro che sono disposti a spendere da € 400 a € 500 per una CPU, troverai alcune potenti opzioni sia dalle piattaforme AM5 di AMD che da quelle LGA 1700 di Intel. A questo prezzo, è meglio evitare qualsiasi cosa basata su piattaforme più vecchie, come AM4 o LGA 1200, poiché rappresentano uno scarso valore per i nuovi costruttori di sistemi.

Se il gaming è l’obiettivo principale, il 7800X3D è la scelta migliore. In genere supera le capacità di gioco del Core i9-14900K e lo fa a un prezzo inferiore di € 460. Il 7900X3D, tuttavia, è una CPU gaming meno efficace. Con solo sei core che hanno accesso diretto alla 3D V-Cache, rappresenta una sfida di pianificazione e non è una scelta sensata né per il gaming né per la produttività. Per gli utenti focalizzati sulla produttività, Ryzen 9 7900X è un’opzione di gran lunga superiore; compete bene con il Core i7-14700K, che ha un prezzo leggermente più alto.

Il 14700K tipicamente eccelle rispetto al 7900X nei carichi di lavoro pesanti, ma aumenta significativamente il consumo energetico totale del sistema – oltre il 70% in più nelle nostre osservazioni. Tuttavia, per gli utenti prevalentemente votati al gioco, il 14700K supera il 7900X. In breve, per circa 400 euro, il 7800X3D è la scelta senza rivali per i giocatori, una raccomandazione che vale per qualsiasi fascia di prezzo superiore a 400 €. Nel frattempo, per quanto riguarda la produttività, il 7900X offre una combinazione imbattibile di prestazioni ed efficienza.

La lotta desktop di punta: CPU da € 500+

Ryzen 97950X3D

È tempo per lo scontro tra Core i9 e Ryzen 9, con ogni team che offre diverse opzioni. Innanzitutto, è importante notare che i Core i9 di 13a e 14a generazione sono essenzialmente la stessa CPU, quindi non ha senso pagare un sovrapprezzo per i modelli di 14a generazione.

L’unico potenziale vantaggio della quattordicesima generazione risiede nell’APO (funzionalità software di ottimizzazione delle applicazioni) di Intel, che può migliorare le prestazioni di gioco. Tuttavia, attualmente, è efficace solo in due giochi e sembra più una strategia di marketing per promuovere i nuovi chip tra i giocatori. Detto questo, il 14900KF costa attualmente solo 30 euro in più rispetto alla sua controparte di 13a generazione, mentre il 14900K costa 40 euro in più rispetto al 13900K. Con una differenza di prezzo inferiore al 10%, probabilmente è saggio optare per un modello di 14a generazione.

Il nostro consiglio è piuttosto semplice: scegliete il 7950X3D. Nei nostri test offre prestazioni di produttività comparabili, se non leggermente migliori, e la differenza nel consumo energetico è significativa. Ad esempio, eseguendo Cinebench, il sistema 14900K ha consumato 533 watt, ovvero il 92% in più rispetto ai 277 watt utilizzati dal 7950X3D. Chiaramente, per le attività di produttività, il 14900K non è la scelta sensata.

Anche in termini di gaming il 7950X3D ha prestazioni migliori. Anche se la differenza è generalmente piccola, il minor consumo energetico della CPU Ryzen la rende la scelta più ovvia.