Che tu stia streammando giochi su Twitch, YouTube o un’altra piattaforma di streaming, il pubblico deve ascoltarti chiaramente durante il gaming. (Lo stesso vale se stai tenendo sessioni di chat dal vivo o parli mentre lavori a un progetto.) E sfortunatamente, i microfoni incorporati nei laptop, nelle webcam e persino nelle cuffie non riproducono l’audio altrettanto bene rispetto a un microfono esterno professionale posto vicino alla bocca.

La buona notizia è che non è necessario spendere molti soldi per questo aggiornamento: mentre gli streamer professionisti utilizzano apparecchiature audio di alto livello per ottenere il miglior suono possibile, i microfoni USB sono molto più economici, facili da usare senza sacrificare anche la qualità.

Le nostre scelte per i migliori microfoni USB si concentrano su queste basi fondamentali: sono modelli facili da usare che offrono una grande qualità a un prezzo equo.

I migliori microfoni USB

Elgato Wave: 3SU AMAZON A 169,99 €

Migliori microfoni USB wAVE 3

L’Elgato Wave: 3 non solo riproduce fedelmente l’audio, ma può anche essere ulteriormente ottimizzato. Possiamo regolare facilmente il microfono durante gli streaming, grazie a un pulsante di silenziamento capacitivo e un quadrante fisico che controlla il guadagno del microfono, il volume delle cuffie e la dissolvenza incrociata (ovvero il bilanciamento del microfono rispetto al volume del PC quando si utilizzano le cuffie collegate).

L’audio eccellente è alimentato da un convertitore analogico-digitale a 24 bit / 96 kHz e una grande capsula a condensatore sensibile alle voci di tutti i volumi, oltre a un diagramma polare cardioide che mantiene l’attenzione su di te e non sui rumori di sottofondo. Nel complesso, le voci suonano in modo naturale quando provengono da Wave: 3 e le transizioni dal parlato forte a quello silenzioso sono fluide.

Wave: 3 è inoltre dotato di hardware integrato per ridurre i pop vocali indesiderati, oltre a una caratteristica unica che riduce il clipping (la distorsione che si verifica quando parli o urli più forte di quanto il microfono possa sopportare) passando a un segnale secondario che ha captato la voce a un volume più basso.

Pro:

  • Audio potente e preciso
  • Fantastico ADC
  • Controlli hardware facili da usare
  • Opzioni software ricche di funzionalità
  • Aspetto pulito ed elegante
  • Ottimo rapporto qualità prezzo

Contro:

  • Posizionamento del microfono muto
  • Supporto incluso non utilizzabile per streamer seri

Blue Yeti X – SU AMAZON A 179,99 €

Migliori microfoni USB Blue Yeti X

Come Shure, Blue è un nome rispettato nell’audio professionale. Ma a differenza di Shure, Blue ha anche una storia di produzione di ottimi microfoni basati su USB. Lo Yeti X dell’azienda si avvicina al Wave: 3 in termini di prestazioni audio rispetto.

A differenza degli altri microfoni in questo elenco, tuttavia, lo Yeti X non si concentra specificamente sugli streamer. Il microfono principale dell’azienda presenta più modelli polari (cardioide, omnidirezionale, bidirezionale e stereo), che puoi facilmente alternare utilizzando il quadrante fisico sul retro. Le capsule a condensatore nello Yeti X raccolgono facilmente le voci e le catturano bene in tutte le gamme vocali, con un’uscita a 24 bit / 48 kHz che ha un suono neutro e più generico e funziona bene per una varietà di scenari. Questo è sia un vantaggio che uno svantaggio per il microfono: senza caratteristiche o identità distinte nel suo suono, manca di una personalità degna di elogi. Sebbene sia possibile modificare un po’ il profilo audio nel software Blue’s Voice, il programma può essere difettoso, rendendo tali regolazioni inaffidabili.

La qualità costruttiva è solida, fornito con una base pesante e robusta. Lo svantaggio principale del design di Yeti X è quanto sia imponente in termini di dimensioni: occupa molto spazio nel tuo campo visivo. A € 170, lo Yeti X è il meglio che Blue ha da offrire, ma a meno che non utilizziate il microfono per altri scopi (interviste di persona, registrazioni multi-cantante, ecc.), sarebbe meglio sfruttare un microfono da streaming focalizzato come Wave: 3.

Pro:

  • Profilo audio semplice e pulito
  • Costruzione robusta per microfono e supporto incluso
  • Software ricco di funzionalità
  • Molteplici modelli polari lo rendono versatile

Contro:

  • Il suono manca di carattere
  • Connessione micro USB
  • Grande e ingombrante
  • Software difettoso

Elgato Wave: 1 – SU AMAZON A 139,99 €

WAVE 1 microfoni USB

L’ Elgato Wave: 1 potrebbe non avere le caratteristiche più elaborate del fratello, ma mantiene la stessa fantastica capsula a condensatore di grandi dimensioni e protezione contro il clipping del Wave: 3, otteniamo anche una sensibilità e una chiarezza tonale simili. Questo microfono fornisce toni caldi e pieni nella fascia bassa che si mescolano perfettamente con una gamma acuta nitida.

Dove rimane dietro rispetto al Wave: 3 è con il convertitore analogico-digitale di qualità inferiore, che offre un segnale a 24 bit / 48 kHz. Meno dati nell’acquisizione digitale della voce significa una riproduzione meno fedele di essa.

Più deludenti sono i controlli hardware ridotti al minimo. La manopola di controllo del Wave: 1 attiva solo il silenziamento del volume del microfono e della cuffia. Puoi ancora controllare il guadagno del microfono e la dissolvenza incrociata tramite il software Wavelink per PC di Elgato, ma l’esperienza è più complicata rispetto all’avere controlli dedicati sul microfono. Pensiamo che valga la pena spendere € 30 in più per ottenere un Wave: 3, ma se avete un budget limitato, questo microfono da € 130 è ancora uno dei migliori sul mercato.

Pro:

  • Stesso ottimo profilo sonoro del Wave: 3
  • Stesse caratteristiche software sorprendenti
  • Stesso aspetto pulito ed elegante
  • Disattivazione del microfono facile da usare

Contro:

  • Non è un ottimo rapporto qualità-prezzo
  • Manca il controllo del guadagno / crossover del microfono dedicato
  • ADC di livello inferiore rispetto a Wave: 3

Blue Yeti – SU AMAZON A 125,28 €

Migliori microfoni USB Blue Yeti standard

Simile al suo fratello più recente e di fascia alta, il modello Yeti originale di Blue è un microfono USB solido e per tutti gli usi che offre una buona sensibilità e un suono chiaro e neutro. Ha anche eccellenti controlli fisici sul microfono, con quadranti separati per il volume delle cuffie, diagramma polare (cardioide, omnidirezionale, bidirezionale e stereo) e livello di guadagno, oltre a un pulsante di disattivazione dell’audio.

Come ci si aspetterebbe, il segnale prodotto è ridotto (16 bit / 48 kHz contro 24 bit / 48 kHz del modello X), ma la riproduzione audio risulta ancora buona. Il suo principale svantaggio è la sensibilità della capsula a condensatore: anche in modalità cardioide, il microfono rileva facilmente i rumori di fondo, incluso il suono della pressione del pulsante di disattivazione dell’audio.

La base inclusa è robusta e pesante, sebbene questo microfono tragga vantaggio dall’essere posizionato su un braccio. Ad un prezzo di listino di € 130, lo Yeti è il migliore per le persone attente al budget che lo useranno anche per altri scopi come registrazioni multi-cantante e interviste di persona. Tuttavia, se riuscite a trovarlo ad un prezzo di vendita di € 85, lo considereremmo un solido microfono economico.

Pro:

  • Profilo audio semplice e pulito
  • Costruzione robusta per microfono e supporto incluso
  • Molteplici modelli polari lo rendono versatile
  • Software ricco di funzionalità

Contro:

  • Condensatore leggermente ipersensibile
  • Grande e ingombrante
  • Software difettoso

Shure MV7 – SU AMAZON A 224,00 €

Migliori microfoni USB Shure Podcast MV7

Lo scorso autunno, Shure ha rilasciato l’MV7, un microfono USB ispirato al leggendario SM7B della nota azienda audio, un microfono professionale utilizzato per decenni da cantanti e innumerevoli programmi radiofonici. Ma sebbene sia ancora rivolto a un utente più esperto, l’MV7 richiede molto meno tempo per apprenderne i dettagli sul suo utilizzo.

Questo microfono a capsula dinamica riproduce in modo fantastico nella gamma bassa, con una riproduzione fluida e chiaramente definita dei toni anche nella gamma media e alta. Per ottenere i migliori risultati, è necessario modificare le impostazioni dell’equalizzatore utilizzando il software MOTIV di Shure, ma si ottengono in gran parte prestazioni simili all’impareggiabile SM7B. A promuovere l’atmosfera professionale dell’MV7 è la sua solida qualità costruttiva, anche se il peso e la mancanza di supporto incluso ci costringono ad aver bisogno di un braccio robusto per usarlo in modo efficace. L’MV7 è anche compatibile con le connessioni XLR, quindi se in futuro esegui l’upgrade a un sistema audio di fascia alta, puoi farlo senza dover acquistare un altro microfono.

Tuttavia, l‘MV7 non è per tutti. La sua capsula dinamica è più adatta per una voce forte e ha anche un diagramma polare iper cardioide altamente direzionale, che limita il modo in cui puoi usarlo. (La sua posizione rispetto alla bocca influisce fortemente sulle prestazioni.) Anche il segnale di questo microfono si interrompe a 24 bit / 48 kHz. La cosa più deludente è l’interfaccia del pannello a sfioramento sul dispositivo per il controllo del guadagno del microfono, il pulsante di disattivazione dell’audio e i livelli di monitoraggio, può essere scomodo da usare durante gli streaming.

Pro:

  • Ispirato a un microfono leggendario
  • Suono radiofonico ricco e brillante
  • Connessioni USB / XLR
  • Software di facile utilizzo
  • Costruito come un carro armato

Contro:

  • Controlli touch
  • Richiede più conoscenza
  • Connessione micro USB
  • Prezzo alto

Razer Seiren Elite – SU AMAZON A 226,95 €

Razer Seiren Elite MICROFONO

La migliore offerta di Razer vanta specifiche che lo mettono alla pari con i migliori microfoni in questo riepilogo. Come l’MV7 di Shure, il Razer Seiren Elite sfoggia una capsula dinamica che funziona bene con molti tipi di voce, enfatizza i toni di fascia bassa e richiede una stretta vicinanza per un output fluido. (Quest’ultimo aspetto è positivo quando ci si trova in un ambiente rumoroso, poiché impedisce ai rumori di sottofondo di essere captati.) Come Wave: 3 di Elgato, il Seiren Elite ha controlli fisici facili da usare, con una manopola che controlla il guadagno del microfono, un altro controllo del volume delle cuffie e un interruttore di disattivazione dell’audio. Dispone anche di un anello LED attorno alla base che si illumina per indicare quando il microfono entra in azione per uniformare i picchi di volume elevati.

Ma mentre questo microfono compatto adotta un approccio al design simile al Wave 3, il prezzo di €200 riduce il fascino rispetto alla nostra scelta migliore. Ciò è particolarmente vero con il suo convertitore analogico-digitale limitato a un segnale a 16 bit / 48 kHz, la linea di base del segnale utilizzabile per gli standard odierni. Altri microfoni con bit rate più elevati avranno una vita più lunga con l’aumento degli standard futuri (e delle aspettative del pubblico). Non sarai in grado di regolare ulteriormente la sua uscita, poiché l’app Synapse di Razer non lo supporta: un vero peccato, dal momento che Seiren Elite non ha la chiarezza e la nitidezza di altri microfoni nelle frequenze medio-alte.

Pro:

  • Suono pesante di fascia bassa, simile alla radio
  • Controlli semplici
  • Avviso di compressione luminoso

Contro:

  • Nessuna regolazione del software
  • Connessione micro USB