La microarchitettura CPU “Nehalem” realizzata nel 2008 è stata fondamentale per Intel, poiché ha gettato le basi per i processori x86 client e server mainline sviluppati nei successivi 12 anni. 

Glenn Hinton, l’architetto principale dietro “Nehalem”, ha annunciato che si unirà a Intel dopo 3 anni di pensionamento, per lavorare su un nuovo progetto di CPU ad alte prestazioni. Hinton afferma che la sua decisione di ricongiungersi ad Intel è stata influenzata da Pat Gelsinger che ha unito l’azienda come suo nuovo CEO. Jim Keller, il responsabile dell’architettura delle CPU attuali, ha recentemente lasciato Intel dopo un breve periodo alla guida di un progetto di core CPU non divulgato. Keller in seguito ha assunto il ruolo di CEO presso la start-up hardware Tenstorrent.

Intel nuova architettura alte prestazioni
Intel nuova architettura di Glenn Hinton

Si prevede che Pat Gelsinger alla guida di Intel, avrà un grande impatto sul ritorno alla leadership tecnologica nei suoi core business, come evidenziato nei recenti commenti di Gelsinger sulla necessità che Intel sia migliore di Apple (che ha definito “quella società di lifestyle”) a realizzare CPU, in riferimento al nuovo chip M1 di Apple che ha preso d’assalto l’industria dei notebook ultraportatili. 

L’altro fronte da cui Intel deve difendersi è la forte concorrenza di AMD, che ha raggiunto la parità IPC con Intel, e la sta battendo sull’efficienza energetica, sfruttando il processo di fabbricazione del silicio a 7 nm.