Se avete uno smartphone un po’ vecchiotto sicuramente il vostro OS Android non sarà aggiornato all’ultima release rilasciata dal colosso americano. Questo dettaglio potrebbe recarvi qualche grattacapo nel caso voliate installare applicazioni che non supportano più la vostra versione di Android.

La soluzione arriva attraverso un’app chiamata Market Helper che, anticipiamo subito, richiede dei permessi di Root per funzionare. Se volete scoprire come attivare i permessi di Root sul vostro smartphone seguite questa nostra guida.

Dopo aver effettuato il Root, per installare app Android non compatibili, scaricate ed installate l’app Market Helper.

• Aprite l’app e configurate/modificate i valori che indicano: il modello del dispositivo (consigliamo di inserire un dispositivo da poco arrivato in commercio), la vostra posizione e l’operatore telefonico (di solito queste ultime due opzioni potete non toccarle, dipenderà dall’app che volete scaricare).

• Cliccate sul tasto Activate, accettando l’accesso da parte dell’app ai permessi di Root.

• Terminate la procedura guidata e, aprendo il play Store, potrete scaricare l’app prima incompatibile.

Ricordiamo comunque che, anche se l’app si è installata correttamente, ciò non significa che questa funzioni al massimo delle sue potenzialità. Infatti se l’app è incompatibile per una determinata versione di Android, può significare che tale versione non possieda feature e servizi essenziali per l’app in questione.

app Android non compatibili Market Helper