Una delle nuove architetture CPU che Intel rilascerà in futuro è ice Lake, alcune nuove informazioni sono emerse nelle ultime ore,facendo notare come l’azienda americana intende creare una cache L1 da 48KB e cache L2 da 512 KB.

Fondamentalmente, il design di base rimane molto simile alla generazione attuale Coffee lake, tuttavia, per Ice Lake la cache L2 dovrebbe raddoppiare, tra le altre cose. Intel è intervenuta in tal senso anche nel segmento server in passato.

Secondo le voci trapelate da alcuni database, Intel creerà un’architettura nativa a 512 Kbyte di cache L2 per i propri core. I processori a quattro core nel segmento U avranno un TDP di 15 watt e sono segnalati con cache L2 da 4 × 512 KB, supportata da una cache L3 da 8 MB.  Nuove voci provenienti dal database di benchmark di Geekbench, confermano tali risultati, aggiungendo che non solo la cache L2 per core aumenterà, ma anche la cache L1 verrà rivista. La cache L1 aumenterà del 50%.

Intel Ice Lake cache L1 da 48 KB e cache L2 da 512 KB

Inoltre, Ice Lake sarà dotata di una nuova iGPU. La grafica integrata non si è evoluta molto nei processori SkylakeKaby Lake, Coffee Lake, l’undicesima generazione farà un netto passo in avanti. Nella generazione 10, con i Cannon Lake, abbiamo ottenuto essenzialmente un aumento delle execution units, questo risultato verrà riproposto anche in Gen11. Rimane ancora incerto quando la nuova architettura sarà effettivamente rilasciata, la data più attendibile è prevista per la fine del 2019 o l’inizio del 2020.