Se state cercando un SSD portatile ad alte prestazioni ma non volete spendere un prezzo elevato, possiamo benissimo crearne uno nostro. Sì, possiamo costruire un SSD portatile utilizzando componenti standard, ottenendo le stesse prestazioni e in genere anche un prezzo inferiore.

Che tipo di SSD dovreste scegliere?

Dovrete prima scegliere un involucro/case SSD USB, che può essere trovato su siti come Amazon e in negozi di elettronica, da circa € 10 a € 50. Molto dipende dal tipo di SSD che inserirete nel case.

Troviamo SSD SATA da 2,5 pollici come questo Crucial P2 500GB. Questi offrono velocità molto buone, che possono raggiungere circa i 2400 MB in lettura, ma non sono all’altezza degli SSD PCIe o NVMe M.2 più prestanti.

costruire un SSD portatile Asus ROG Strix Arion
Asus ROG Strix Arion (a sinistra) vs SanDisk Extreme Pro (a destra)

Se volete costruire la vostra unità portatile USB per competere con gli SSD portatili di fascia alta e di grandi marche, consigliamo di acquistare un alloggiamento SSD PCIe o NVMe.

Nel nostro esempio, costruiremo un’unità utilizzando un involucro Asus ROG Strix Arion (attualmente € 64 su Amazon), Con un economico Hynix Gold S31 all’interno, che può raggiungere la massima larghezza di banda dall’interfaccia USB 3.2 Gen 2 (fondamentalmente circa 1 GBps). Come tutte le unità USB, è retrocompatibile con USB 3.0 e USB 2.0. Questa custodia viene fornita con cavi USB-C e USB-A.

Come costruire un SSD portatile

Ora che abbiamo scelto le parti, passiamo all’installazione. Prima di costruire, eliminiamo l’elettricità statica toccando un oggetto metallico come la gamba di un mobile.

Per aprire l’involucro, utilizzate lo strumento incluso nel case e inseritelo nel piccolo foro vicino alla porta USB per aprire il coperchio. Mettiamo da parte il coperchio e cercate di non toccare i cuscinetti termici adesivi sul coperchio. I pad termici assorbono il calore dall’SSD ad alte prestazioni nel corpo in alluminio.

pad termici Asus ROG Strix Arion
Pad termici Asus ROG Strix Arion

Svitate la vite di fissaggio argentata all’interno della custodia. Ora prendiamo l’SSD M.2 e inseriamolo con un angolo di 15 gradi nello slot nell’involucro. Il lato con gli adesivi è solitamente la parte superiore dell’unità, il lato che viene inserito è quello con i contatti esposti con la tacca al suo interno.

Inserire l’unità delicatamente ma con fermezza finché i contatti dorati non sono visibili. Ora prendiamo la vite e posizioniamola nella tacca del semicerchio dell’unità M.2. Inclinate l’unità verso il basso e avvitate saldamente la vite di fissaggio.

inserire e avvitare ssd portatile
Inserire e avvitare ssd portatile

Prendiamo il coperchio della custodia e allineiamolo lungo il bordo lontano dalla porta USB inclinandolo in posizione. Se il coperchio non si accende, assicuratevi di avere l’unità nella tacca della vite di fissaggio e non semplicemente sotto di essa.

Ricordate solo che l’unità e l’alloggiamento non sono le uniche cose che determinano la velocità con cui potete spostare i file. Anche la porta USB e il vostro PC/notebook determinano l’incremento delle prestazioni.

Come formattare un SSD portatile

Il passaggio finale che l’unità potrebbe richiedere prima che venga riconosciuta da Windows è la configurazione all’interno del sistema operativo.

Premiamo Windows + X e selezionate Gestione disco. Gestione disco dovrebbe mostrare le unità collegate al computer, una delle quali dirà “Non allocato”.

formattare ssd portatile
Formattare ssd portatile

Fate clic con il pulsante destro del mouse sull’unità che dice Non allocato e selezionare Nuovo volume semplice.

Selezionate Avanti e quindi scegliere la dimensione del volume che desiderate. Windows dovrebbe impostare la piena capacità dell’unità per impostazione predefinita. Fate clic su Avanti due volte per assegnare il percorso dell’unità.

L’ultima finestra dovrebbe essere Formatta partizione. Fate clic su Avanti e quindi su Fine e Windows partizionerà e formatterà la nuova unità.

Ok, il nuovo SSD portatile è ora pronto per l’uso.