Windows 11 è stato annunciato ufficialmente la scorsa settimana e molti utenti iniziano a valutare se l’hardware in possesso sarà compatibile o meno con il nuovo sistema operativo. Oltre a una serie di requisiti di sistema, uno dei principali requisiti necessari per l’installazione di Windows 11 è TPM ( Trusted Platform Module ) versione 2.0. Fortunatamente, quasi tutti i componenti hardware creati dopo il 2015 dovrebbero avere il supporto TPM e abilitarlo non è poi così difficile.

Quindi, in questa semplice guida andremo a vedere come capire se il nostro sistema è dotato di TPM.

Il TPM versione 2.0 è abilitato sul mio PC?

Una delle grandi domande che ci sono state poste dalla presentazione ufficiale di Windows 11 è: TPM è abilitato sul mio PC?

Fortunatamente, c’è un modo abbastanza semplice per controllare, che richiede poco sforzo e con risultati rapidi.

  • Iniziamo premendo WIN + R  mentre dal desktop per aprire Esegui. Una volta all’interno di Esegui, digitate semplicemente tpm.msc e invio.
  • Verrà visualizzata la finestra Trust Platform Module Management che consentirà di sapere se la scheda madre ha o meno un chip TPM e se è abilitato o meno.

Ecco come apparirà se non hai un modulo TPM sulla tua scheda madre:

modulo tpm non disponibile

In alternativa, se disponi di un chip TPM ed è abilitato, riceverai il seguente messaggio:

modulo tpm attivato