Quante volte vi sarà capitato di non ritrovare più il vostro smartphone Android, dimenticato magari a casa di amici o in qualche locale pubblico. Bene, forse non sapete che sia Google che alcune app di terze parti, forniscono un servizio di geolocalizzazione che vi permetterà di ritrovare il cellulare con facilità e in poco tempo.

Trovare smartphone Android perso o rubato

Trovare smartphone Android perso o rubato: Gestione Dispositivi Android

Veniamo subito al sodo parlando del servizio offerto da Google: Gestione Dispositivi Android.

Questo sistema di localizzazione da remoto funziona solamente se il vostro cellulare è in funzione, quindi sia acceso e connesso a Internet. Sfortunatamente se l’eventuale ladro spegnerà il device, non potremo ritrovarlo fino a che lo smartphone tornerà in funzione. Vedremo più avanti che, alcune App di terze parti, aggirano questo problema rendendo completo il sistema di ricerca del cellulare.

Utilizzando Gestione Dispositivi Android, dovrai attivare il GPS sul tuo smartphone e autorizzare il servizio.

Spostiamoci quindi su Impostazioni (iconcina a forma di ingranaggio), scrolliamo la pagina fino a trovare la voce relativa alla Geolocalizzazione, attiviamola spostando su ON la relativa levetta.

Trovare smartphone Android perso o rubato Gestione Dispositivi Android

Ora torniamo in dietro ed entriamo in Impostazioni Google (icona dell’ingranaggio con la lettera “G”). Selezioniamo la voce Sicurezza e attiviamo le funzioni Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e cancellazione da remoto.

Bene, ora la geolocalizzazione del tuo smartphone è attiva e puoi ritrovare il cellulare Android collegandoti al sito Internet Gestione Dispositivi Android, effettuando l’accesso con il tuo account Google (stesso account con cui è stato configurato lo smartphone).

Trovare smartphone Android perso o rubato Gestione Dispositivi Android mappe

Dopo esservi loggati, apparirà una mappa che mostra il punto esatto dov’è posizionato lo smartphone Andorid.

Tramite il sito puoi anche decidere di far squillare il dispositivo, bloccarlo o cancellare tutti i dati presenti in memoria.

Trovare smartphone Android perso o rubato: Cerberus

Come visto Gestione Dispositivi Android è sicuramente un servizio efficace ma limitato. Se la vostra paura è quella di perdere lo smartphone a causa di un furto, forse sarà il caso di scegliere una soluzione alternativa.

In questa situazione io consiglio Cerberus, un’applicazione di terze parti che, al costo di 5€ annui, permette di proteggere lo smartphone in maniera completa.

Cerberus permette di localizzare il proprio smartphone da remoto, bloccarlo, formattarlo, farlo squillare, è possibile scattare foto e registrare video di nascosto, ottenere l’elenco delle chiamate o dei messaggi recenti, ricevere informazioni sulla rete dati o Wi-Fi e molto altro.

Se sbloccherete i permessi di Root, anche se il GPS verrà disabilitato, Cerberus potrà riattivarlo automaticamente. L’app può anche rendersi invisibile nascondendosi dalla vista dei menu.

Trovare smartphone Android perso o rubato Cerberus

Per attivare i suoi servizi, oltre al download dell’app, dovrai creare un account Cerberus. La configurazione guidata si completa in pochi passaggi, basterà cliccare sulla voce Abilita amministratore dispositivo e Attiva per autorizzare Cerberus. Come accennato, se hai abilitato i permessi di Root, puoi cliccare anche sulla voce Concedi permesso Superuser, per ampliare il raggio d’azione dell’app.

Nel menu Configurazione Principale, puoi trovare tutte le funzioni prima descritte e abilitarle con un semplice click.

Trovare smartphone Android perso o rubato Cerberus map

Se arriverà il momento di dover ritrovare lo smartphone, collegati al sito cerberusapp.com, effettua il Login con gli stessi dati utilizzati per creare l’account Cerberus e lo smartphone apparirà nella mappa di Google Maps.

Dal menu sulla sinistra puoi decidere come continuare, magari bloccando il device, mostrare un messaggio, far partire un allarme e tanto altro.

Trovare smartphone Android perso o rubato: Android Lost

Terminiamo questa guida con un’ultima app che ti consiglio, in questo caso si tratta di Android Lost, applicazione gratuita con qualche funzione in più rispetto a quella stock di Google, anche se non risulta completa come Cerberus.

Android Lost permette di localizzare lo smartphone da remoto, bloccarlo, far squillare il dispositivo, formattarlo, scattare foto, registrare l’audio e riattivare GPS.

Scarichiamo Android Lost e dopo l’avvio (l’app verrà salvata con il nome fittizio di Personal Notes) clicchiamo sulla voce Request Administrator Rights e su Attiva.

Ora dovremo autenticare il nostro account andando sul sito AndroidLost.com, dopo aver effettuato il login, possiamo controllare il nostro dispositivo dal menu Controls, mentre cliccando sulla voce Send location apriremo una mappa di Google Maps che mostrerà dove si trova lo smartphone Android.