Windows 10 contiene molte funzionalità interessanti ma nascoste, una di queste è la famosa God mode. Si tratta di un insieme di strumenti e impostazioni avanzate che sono solitamente nascoste o poco accessibili nel sistema operativo. Possiamo abilitare la God Mode molto facilmente attraverso alcune operazioni che andiamo a mostrare in questo articolo.

Cos’è la God mode in Windows 10?

Nel caso in cui non abbiate familiarità con il termine God Mode sui sistemi Windows, non stiamo parlando di una mod per Windows o qualcosa del genere. In realtà si tratta di una cartella speciale che contiene tutte le impostazioni e opzioni di Windows in un unico posto, quindi non servirà più utilizzare il pannello di controllo per accedere a questi strumenti.

La God Mode era presente nelle versioni precedenti di Windows e, fortunatamente, è stata integrata anche in Windows 10.

abilitare la God mode in Windows 10
God mode in Windows 10

Come abilitare la God mode?

Vediamo come procedere per abilitare la God Mode su Windows 10:

  • Aprite File Explorer e spostiamoci sulla scheda Visualizza, qui abilitiamo con una spunta l’opzione Estensioni nome file.
  • Ora andiamo sul Desktop e clicchiamo con il tasto destro del mouse selezionando Nuovo –> Cartella.
  • Rinominiamo la “Nuova cartella” in: GodMode.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C} La cartella si chiamerà GodMode e l’icona cambierà
  • La cartella GodMode verrà ora posizionata sul desktop, cliccandoci avrete accesso a centinaia di impostazioni Windows avanzate e basiche. Ad esempio la regolazione del display, la gestione dell’account utente, l’accesso alle informazioni di sistema, ecc. Possiamo facilmente navigare tra numerose opzioni organizzate in categorie.

In realtà non è necessario rinominare la cartella in GodMode, ciò che è importante è il codice all’interno delle parentesi, quindi ad esempio, è possibile assegnare il nome “Impostazioni” alla cartella ed inserire il codice {ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C}.

Come già detto, La GodMode è stata introdotta anche nelle versioni precedenti di Windows, quindi l’esecuzione di questo trucco in Windows 8 o Windows 7 posizionerà la cartella GodMode sul desktop.