Al keynote ISSCC IEEE del 2020, AMD ha presentato due diapositive che descrivono in dettaglio l’entità del risparmio sui costi di produzione dei chip dopo aver abbracciato l’approccio MCM (modulo multi-chip) sui processori desktop tradizionali. Con questo stratagemma i core delle CPU vengono prodotti a 7 nm, lasciando gli altri componenti a 12 nm. AMD è in grado di massimizzare lo spazio sul chip, producendo piccoli 8 core CCD, che si sommano al numero di core target di AMD. Con questo approccio, AMD è in grado di riempire fino a 16 core il suo socket desktop AM4 usando due chiplet e fino a 64 core usando otto chiplet sui socket SP3r3 e sTRX4.

CPU 3950X prezzi dimezzati
Prezzo CPU 3950X dimezzato

Nelle diapositive sottostanti, AMD confronta il costo del suo attuale approccio MCM 7 nm + 12 nm con un ipotetico chip realizzato tutto a 7 nm (compresi i componenti I / O). Le diapositive suggeriscono che il costo di un MCM “Matisse” a singolo chiplet (ad esempio: Ryzen 7 3700X) è circa il 40% inferiore rispetto a quello del doppio chiplet “Matisse” (ad esempio: Ryzen 9 3950X). Se AMD avesse optato per costruire una matrice monolitica da 7 nm con 8 core e tutti i componenti I / O della matrice I / O, tale matrice sarebbe costata circa il 50% in più rispetto all’attuale soluzione 1x CCD + IOD.

CPU 3950X prezzo dimezzato 2
CPU 3950X

AMD gode quindi di un enorme margine per la riduzione dei costi. I prezzi dell’ammiraglia 3950X possono essere quasi dimezzati (dai suoi attuali $ 749 MSRP) e AMD può aumentare il distacco da Intel e il suo top di gamma Core i9-10900K abbassando in modo significativo il prezzo dell’3900X a 12 core. La società godrà inoltre di un margine di sicurezza più ridotto per i suoi SKU Ryzen 5 a 6 core rispetto a quelli della generazione precedente Ryzen 5 basata su matrici monolitiche.

Fonte: Guru3d