La famiglia di altoparlanti intelligenti Amazon Echo è cresciuta costantemente nel tempo, così velocemente che è diventando difficile tenere traccia dei diversi prodotti presenti sul mercato e le loro caratteristiche. Amazon ha recentemente rinnovato la gamma Echo anche grazie all’arrivo in Italia di Amazon Alexa, l’assistente intelligente ora disponibile su tutti i prodotti Echo.

Se vi interessa l’idea di avere un assistente domestico in attesa di ogni vostro comando, qui vi mostriamo i dispositivi Echo attualmente disponibili e le differenze tra ogni modello, spiegando quale opzione si adatta meglio per compiti specifici.

Quale Amazon Echo dovreste comprare?

Amazon Echo 2 AlexaSebbene non sia il miglior Echo in termini di specifiche, Echo 2 offre tutto ciò di cui avete bisogno da un altoparlante standard ad un buon prezzo. Il dispositivo cilindrico ha un suono che si diffonde a 360 gradi, posizionandosi ad un’altezza di circa 24 cm dalla base. Ottima l’integrazione con Amazon Prime Music, Spotify e molti altri servizi (escluso Apple Music) per la diffusione di musica.

Echo 2 dispone del pieno supporto per i comandi vocali in modo da poter dire “Alexa” da qualsiasi punto della stanza, chiedendogli di effettuare alcuni compiti. Come ad esempio riportare news, aggiornarci sul traffico, sulle condizioni meteorologiche, rispondere a domande banali e leggere ad alta voce audiolibri o ricette da un sito web (utile se si utilizza durante la preparazione di pasti). Naturalmente il collegamento alla rete permette di accedere anche a programmi radiofonici, supporta inoltre i prodotti di terze parti come le Philips Hue, Nest, Hive e dispositivi per il controllo intelligente della casa.

A chi è rivolto Echo 2?

Si tratta del modello standard per coloro che vogliono un buon altoparlante a tutto tondo, con i vantaggi che Alexa introduce. Se non avete bisogno di funzioni extra presenti nei modelli più costosi, come lo schermo o una fotocamera integrata, ma desiderate un prodotto con un suono solido, questo è l’Eco che fa al caso vostro.

Amazon Echo Spot AlexaUna vera e propria sveglia a forma di palla con funzionalità Alexa. Echo Spot introduce un piccolo schermo da 2,5 pollici (480×480) per la visualizzazione di notifiche testuali e immagini/video. Può essere utilizzato come orologio da comodino o scrivania, l’integrazione del display permette anche di poter visualizzare cosa stanno riprendendo le nostre telecamere di sicurezza, grazie al supporto completo con molti prodotti di terze parti.

Sul dispositivo troviamo anche una fotocamera frontale integrata che consente di effettuare videochiamate. Naturalmente sono presenti tutti i normali comandi vocali visti precedentemente nell’Echo standard.

A chi è rivolto Echo Spot?

Le persone che desiderano una sveglia intelligente, poter estendere la connettività con prodotti per la sorveglianza o semplicemente per coloro che vogliono utilizzare alcune funzioni di Echo Show ma non possono giustificarne il prezzo.

Amazon Echo Dot AlexaL’Echo Dot è il baby Echo della famiglia. Si tratta del prodotto più economico e compatto, integrando solo un piccolo altoparlante, questo significa che la qualità sonora non è eccezionale per qualsiasi operazione che vada oltre i semplici comandi vocali e la radio (non musica). È possibile, tuttavia, collegarlo ad un altoparlante tramite il jack da 3,5 mm o Bluetooth, a quel punto migliorerete l’acustica generale del prodotto.

La terza generazione 2018 del Dot è arrivata con un aggiornamento del design, ora molto più elegante, inoltre otteniamo un altoparlante da 1,6 pollici, rispetto al tweeter da 0,6 pollici dell’originale. Il prezzo rimane contenuto, rendendolo un punto di ingresso allettante per chi vuole sperimentare l’ecosistema Alexa di Amazon.

A chi è rivolto Echo Dot?

A tutti coloro che desiderano le funzionalità Alexa di Echo, ma dispongono già di un impianto audio a cui collegare il Dot.

Amazon Echo Plus AlexaL’Echo Plus si porta un passo avanti rispetto a Echo 2, ma con questo nome arriva anche un aumento di prezzo. Le differenze? È presente un hub intelligente che consente di collegare l’Echo ai dispositivi domestici intelligenti, utilizzando tutti i prodotti smart home compatibili. Anche la qualità del suono è aumentata, introducendo altoparlanti Dolby che permettono di avere bassi più profondi e miglioramenti generali nel riconoscimento vocale.

Inoltre è stato introdotto un sistema di controlli vocali offline e un sensore di temperatura. La variante Echo Plus del 2018 porta con se un design in tessuto simile ad Echo 2.

A chi è rivolto Echo Plus?

Per tutti coloro che sfruttano a pieno i controlli smart-home e gli audiofili che desiderano la migliore qualità audio.

Amazon Echo Sub AlexaCome suggerisce il nome, Echo Sub è un subwoofer dedicato. Si collega a Echo (2nd Gen) ed Echo Plus (2nd Gen) e potenzia le capacità dei bassi degli altoparlanti.

Di per sé l’Echo Sub non farà molto, a parte restituire le frequenze di fascia bassa, dovrete accoppiarlo ad altri altoparlanti Amazon per raccoglierne i benefici. A differenza degli altri prodotti, l’Echo Sub è meglio posizionarlo sul pavimento.

A chi è rivolto Echo Sub?

L’Echo Sub è progettato per coloro che amano la musica. Migliorerà drasticamente le frequenze dei bassi degli altri dispositivi Echo, creando un suono più coinvolgente.

  • Amazon Echo Show (2018) – Non ancora disponibile

Amazon Echo Show AlexaLa nuova versione 2018 dell’Echo Show ha perfezionato il design di Alexa donando uno schermo touchscreen da 10 pollici e nuovi altoparlanti. Dal controllo dei dispositivi domestici intelligenti alla visione di video YouTube o videochiamate, lo schermo dello Show porta vantaggi innegabili.

Oltre ai video YouTube, l’audio Dolby stereo può essere sfruttato per le videochiamate Skype, con supporto per la TV tramite Prime Video (Attualmente non è disponibile l’integrazione con Netflix).

A chi è rivolto Echo Show?

Chi è alla ricerca di un altoparlante intelligente che funge anche da stazione per videochiamate o da un hub per la casa intelligente.

  • Amazon Echo Buttons – Non ancora disponibile

Amazon Echo Buttons AlexaDi per sé non è un Echo, i pulsanti inseriti nell’Amazon Echo Buttons sono un accessorio per una rete Echo già esistente. I pulsanti si collegano ad altri Echo tramite Bluetooth e sono pensati per essere utilizzati con giochi che sfruttano l’intelligenza di Alexa come Beat The Intro. Fondamentalmente, questo è il tentativo di Amazon di rendere l’Echo adatto ai più piccoli.

A chi è rivolto Echo Buttons?

Coloro che vogliono trasformare il loro Echo in un hub per famiglie.

I prodotti Google?

Se siete ancora indecisi sui prodotti venduti da Amazon, Google offre alcune alternative all’Eco, anche se con molte meno opzioni.

Google Home assistenteL’altoparlante principale è Google Home, prodotto simile all’Amazon Echo 2, nel complesso Google Voice Assistant si presenta come un assistente più maturo rispetto ad Alexa, ma la qualità audio di Echo è superiore.

Poi troviamo Google Home Mini, la risposta di Google a Echo Dot, ma notevolmente meno utile. Il problema? Non dispone di un jack per cuffie da 3,5 mm, il che significa che siamo bloccati con la qualità sonora dell’altoparlante incorporato, non potendo collegare casse esterne.